lorenziniterminal
grimaldi
Environment > Web conference e telefonate per migliorare l’ambiente

Spadoni

Web conference e telefonate per migliorare l'ambiente

Una telefonata allunga la vita… recitava uno slogan pubblicitario di alcuni anni addietro. Oggi potrebbe essere rivisto e corretto; una telefonata allunga la vita al pianeta terra e all’intera umanità.

Questa in effetti è l’indicazione che scaturisce da uno dei primi studi mai attuati a livello mondiale, validato da una primaria società di certificazione: l’abbattimento delle emissioni di gas ad effetto serra che potrebbe essere reso possibile dall’utilizzo intensivo degli strumenti messi a disposizione dalla moderna tecnologia telefonica (dagli SMS, alle teleconferenze).

I dati, frutto delle analisi effettuate e validate da Bureau Veritas, azienda internazionale che si occupa di valutazione ed analisi dei rischi legati alla qualità e all'ambiente, forniscono un’interpretazione del tutto originale e inusuale sulle conseguenze di un utilizzo intensivo dello strumento e delle tecnologie telefoniche ed informatiche per ridurre i viaggi e gli spostamenti, specie quelli con motivazioni professionali e aziendali.

La ricerca permette di mettere su un piatto della bilancia le emissioni di gas serra, trascurabili, derivanti dalla produzione dei servizi di telecomunicazione, e, sull’altro, le emissioni causate dalla mobilità della forza lavoro e dei quadri aziendali. I risultati - sottolinea Ettore Pollicardo, presidente di Bureau Veritas Italia - sono qualitativamente e quantitativamente clamorosi e applicabili teoricamente a qualsiasi realtà aziendale chiamata a diventare protagonista, attraverso l’impiego delle tecnologie informatiche, come le teleconferenze, di un grande progetto di abbattimento delle emissioni nocive nell’atmosfera. 

Lo studio dice che se una teleconferenza sostituisse ogni singola riunione “in sede” con una ventina di partecipanti provenienti da uffici distaccati in diverse città d’Italia (quindi con conseguente utilizzo di auto, aerei e treni per gli spostamenti), farebbe "risparmiare" anche più di una tonnellata di anidride carbonica. Provando a moltiplicare questi dati per centinaia di riunioni mensili, il risparmio di emissioni nocive sarebbe veramente altissimo.

Post correlati

DHL prevede investimenti da 7 miliardi nei prossimi 10 anni per ridurre le emissioni di CO2

La decarbonizzazione è al centro delle politiche di sviluppo del gruppo Deutsche Post DHL che ha previsto un investimento di […]

Indagine sugli oli combustibili in ambito marittimo, Bimco, ICS, Intercargo e Intertanko,

Oltre un anno fa, il 1 gennaio 2020, entrava in vigore la normativa IMO, Organizzazione marittima internazionale, che ha posto […]

Fincantieri, ArcelorMittal e PWI per riconversione green Ilva Taranto

Fincantieri, ArcelorMittal Italia (AMI) e Paul Wurth Italia (PWI) hanno firmato un Memorandum d’intesa (MoU) per l’eventuale realizzazione di un […]


Leggi articolo precedente:
Il made in Italy della nautica espone al METS

L’industria italiana della nautica da diporto sarà presente al METS – Marine Equipment Trade Show, il più significativo salone internazionale...

Chiudi