Trasportounito a Regione Toscana: Stop alla mattanza di sanzioni sulla Fi-Pi-Li

FI Pi Li

ROMA – La Regione Toscana deve mettere fine a quella che è stata una vera e propria “mattanza” di sanzioni sulla strada di collegamento extra urbana  Firenze-Pisa-Livorno, dove sono attivi una dozzina di autovelox che, nel periodo del lockdown hanno segnalato il superamento dei limiti di velocità in modo del tutto inusuale rispetto al passato producendo migliaia di verbali a danno delle imprese di autotrasporto costrette a utilizzare questa strada. Questa è la denuncia che viene da Trasportounito che chiede alla Regione  l’annullamento dei verbali e l’intervento sulle norme che continuano a definire questa infrastruttura di fondamentale rilevanza strategica quale “strada extraurbana secondaria”

La situazione – spiega Trasportounito – è frutto di una applicazione distorta del Codice della Strada, le infrazioni per il superamento dei limiti di velocità, inflitte ai veicoli industriali, sono state mediamente conseguenza di un superamento dai  3 e 6 km/ora del limite di velocità dei 70km/h. Nel periodo antecedente al marzo 2020 tale differenza non costituiva infrazione evidentemente perché veniva assorbita dalla taratura, in franchigia, del dispositivo di controllo; è naturale pensare oggi che questa taratura sia stata volutamente ritoccata al ribasso, almeno fin quando non è intervenuta Trasportounito con una specifica segnalazione alle autorità competenti.

LEGGI TUTTO
Gli altri possono e Trieste no? Sergio Bologna sul caso D'Agostino

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC