Logistic & Transport > Spezia rinsalda il legame con la Cina al Transport Logistic Shanghai

Spezia rinsalda il legame con la Cina al Transport Logistic Shanghai

Spezia, il mercato cinese rappresenta circa il 12% del traffico totale in export e circa il 50% in import.
 
SHANGHAI Giornata conclusiva del Transport Logistic di Shanghai, la più importante fiera internazionale dedicata al settore dello shipping e della Logistica.
I porti di La Spezia e Marina di Carrara sono presenti alla fiera nel padiglione “Italian Ports Association” sotto lo slogan “One country, all the logistics”, è stato presentato il sistema portuale italiano e le potenzialità del suo network nei confronti della Cina e dei mercati dell’intero Far East.
 
Alla presentazione dei porti italiani, tra cui quello di La Spezia e Marina di Carrara da parte della presidente ADSP Carla Roncallo, era presente il console generale d'Italia a Shanghai, Stefano Beltrame, il quale ha sottolineato quanto sia importante oggi presentarsi come sistema italiano di fronte agli operatori cinesi che in conseguenza dell’iniziativa One Belt One Road stanno guardando con sempre maggiore interesse al nostro Paese.
Il porto della Spezia, già oggi può contare su 4 servizi settimanali da/per i principali porti Cinesi (Shanghai, Hong Kong, Xiamen, Qingdao, Ningbo).
Per il porto della Spezia, il mercato cinese rappresenta circa il 12% del traffico totale in export e circa il 50% in import.
”Gli operatori incontrati durante le giornate della manifestazione fieristica – ha dichiarato la presidente Roncallo – si sono dimostrati fortemente interessati al nostro sistema portuale, pur chiedendo certezze sui tempi necessari ad attuare gli ampliamenti e gli adeguamenti dei fondali previsti dal PRP, illustrati durante la presentazione, condizione ritenuta indispensabile per mantenere la centralità del nostro porto, e hanno accolto con favore gli sforzi in campo per assicurare il raggiungimento degli obiettivi predetti”.
Quanto al porto di Marina di Carrara, la delegazione della AdSP ha dato appuntamento agli operatori all’imminente appuntamento fieristico dedicato al Break bulk di fine mese a Brema, dove saranno presentati gli ultimi programmi di sviluppo del porto toscano ed il futuro assetto organizzativo che si spera possa introdurre significative crescite di traffici.

Post correlati

Livorno “città gioiello” che attrae il crocierista di tutto il mondo

di Lucia Nappi LIVORNO – Nella competizione globale di porti e infrastrutture, Livorno sta lavorando sulla propria capacità di attrazione nei […]

Crociere: MSC rafforza la sua presenza a Livorno

Arrivata a Livorno MSC Opera – Nel 2019 MSC ha programmato su Livorno 33 scali per un totale di circa 80 […]

Palermo, dissequestrata la stazione marittima al via i lavori

Dopo sette anni di contenziosi ripartono i lavori alla stazione marittima del porto di Palermo dissequestrata. PALERMO – Dopo sette […]


Leggi articolo precedente:
Bunkeraggio in Sardegna, l’ostacolo può essere la burocrazia/ INTERVISTA a Michele Pons

di Lucia Nappi   CAGLIARI - "Da 4 anni ci stiamo battendo perché il servizio di bunkeraggio torni in Sardegna,...

Chiudi