lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Salvini da Alis: “Per le imprese meno burocrazia, no a tempi persi compilando fogli di carta”

Salvini da Alis: "Per le imprese meno burocrazia, no a tempi persi compilando fogli di carta"

Matteo Salvini interviene all'Assemblea Generale di ALIS 2018: "Necessario sburocratizzare" "Impegno comune per dare all’Italia lavoro e infrastrutture”. Guido Grimaldi: “Competitività, innovazione, occupazione e risorse finanziarie attraverso un fondo da 500 milioni per le imprese associate”.

dal nostro inviato Lucia Nappi

ROMA -Oggi è una boccata d'ossigeno" - "L'imprenditoria italiana è molto valorizzata all'estero più di quanto non facciamo noi nel nostro paese".  "Oggi partecipare ad una iniziativa dove non si piange e non si chiede, ma si propone è qualcosa di diverso"-  "Grazie siete l'Italia che fa". Con queste parole il vicepremier Matteo Salvini è salito sul palco nell'Auditoriium Santa Cecilia a Roma per l'assemblea generale 2018 di ALIS, l’Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile che, arrivata al secondo anno di vita e nata dal progetto dell'armatore Guido Grimaldi, riunisce al suo interno l'imprenditoria nazionale nei comparti della mobilità, del trasporto e con interporti e porti come soci onorari. "In tutto 1350 aziende associate pari ad una forza lavoro di oltre 150 mila persone, con oltre 105  mila mezzi, più di 140.300 collegamenti marittimi annuali e più di 120 linee di Autostrade del Mare", questi i dati sciorinati dal palco dell'Auditorium romano dal presidente dell'associazione Guido Grimaldi .

Centrale nell'intervento di Salvini la necessità di sburocratizzazione per l'imprenditoria "Stiamo lavorando per smontare e ridisegnare il Codice degli appalti che era stato pensato per semplificare chi fa impresa e invece invece di aiutare gli imprenditori ha messo ancora più norme e regole a chi vuole fare impresa." "è giusto controllare e verificare, ma penso che sia necessario meno tempo perso a compilare fogli di carta".

Per quanto riguarda l'altro tema caro all'imprenditoria i contributi pubblici Salvini sottolinea che questi "sono necessari in una in logica di libero mercato e libera concorrenza" , "senza più elargire soldi pubblici in convenzioni dello Stato verso singole realtà che alterano la libera concorrenza” "L’Italia merita fatti e posti di lavoro. Bisogna lasciar lavorare la gente che vuole lavorare." - ha continuato il vice premier - "Costruire e non distruggere. L’Italia ha bisogno di nuove e migliori infrastrutture. Dobbiamo andare avanti e non indietro. Si lascino lavorare gli imprenditori e associazioni come Alis perché, ripeto, l’Italia ha bisogno di fatti e posti di lavoro

Moderatore dell'evento per il terzo anno di seguito il "direttore per antonomasia" Bruno Vespa che, seduto sullo sgabello del salotto del Santa Cecilia ha intervistato: il vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi, Vannia Gava sottosegretario per l’Ambiente e la tutela del territorio e del mare, Claudio Durigon sottosegretario per il Lavoro e le politiche sociali,il generale Francesco Presicce capo ufficio generale del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Emanuele Grimaldi AD del Gruppo Grimaldi, ’AD Medio Credito Centrale Bernardo Mattarella, Giovanni Maione general manager Area Sud e Sicilia Monte dei Paschi di Siena.

Guido Grimaldi incontrato a margine dell'iniziativa riguardo alle sfide di Alis sui temi di occupazione e aiuto agli associati, ha piegato in dettaglio quali saranno: "abbiamo creato una nuova "app" per i ragazzi degli ITS, Università e Centri studio che permette di poter inserire il proprio curriculum gratuitamente e agli imprenditori di poter offrire opportunità lavorative". Sul fronte dell'occupazione "1500 posti di lavoro nel 2017, così come nel 2018 che abbiamo avuto un po' di crescita. Alternanza di scuola lavoro e contatto tra mondo della scuola e università e ricerca e l'imprenditoria è fondamentale. e su questo stiamo lavorando ".

Riguardo all'aspetto maggiormente caro alle imprese ovvero i fondi come aiuto agli associati il presidente di Alis  ha specificato "Un nuovo fondo di 500 milioni di euro che sarà a favore di tutti i nostri associati e che grazie ad una rete di logistica intermodale  i nostri imprenditori potranno accedere ad un costo sensibilmente ridotto del denaro". Si tratta quindi di un fondo “tranched cover” grazie all'accordo raggiunto con due prestigiosi istituti bancari a capitale pubblico, il Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno ed il Monte dei Paschi di Sienafino, di cui 100 milioni sono già stati stanziati ed immediatamente operativi, e questi costituiranno garanzia a copertura dei prestiti ottenuti dalle imprese operanti nella logistica integrata. 

Post correlati

Conftrasporto, le politiche EU su Trasporti e logistica, comprendano le imprese italiane

ROMA – Interviene Conftrasporto-Confcommercio sul tema delle politiche europee in ambito di Trasprti e Logistica:  “Siamo arrivati al punto di […]

Assemblea Fedespedi, il mondo che cambia – Digitalizzazione, sostenibilità e nuove competenze –

VENEZIA – Si è svolta a Venezia l’Assemblea Pubblica di Fedespedi, la Federazione nazionale delle Imprese di Spedizioni internazionali dal […]

Automotive, in crisi da tre anni – La guerra in Ucraina si è abbattuta su tutta la filiera

BRUXELLES –  Logistica dei veicoli finiti in Europa, camion e auto, la crisi di tutta la filiera negli ultimi tre […]


Leggi articolo precedente:
Tromba d’aria nel porto di Salerno, nessun ferito e lievi danni – Riprese le attività commerciali

SALERNO - Ieri attorno alle 14.00 una dirompente tromba d'aria ha investito il porto di Salerno. Il vortice di aria...

Chiudi