lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Ryanair: Richieste di rimborso più facili

Ryanair: Richieste di rimborso più facili

La compagnia di volo irlandese si impegna a facilitare l'iter del passeggero per ottenere quanto dovuto: dal rimborso alla compensazione.
ROMA- Primo passo verso un accordo tra l'Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) e la compagnia Ryanair. A seguito di un colloquio svolto ieri tra i vertici dell'ente e i responsabili del customer services di Ryanair. L'incontro ha rappresentato l’occasione per evidenziare le prime criticità che sono emerse dai reclami dei passeggeri, ricevuti sia per mail e sia al Numero Verde dell’ENAC, dalle verifiche effettuate direttamente sul sito web di Ryanair nella sezione dedicata alle cancellazioni e dalle prime segnalazioni pervenute dalle Associazioni
dei Consumatori.
Ryanair si è impegnata a verificare al più presto le criticità evidenziate dall’Ente e ad apportare le necessarie modifiche volte anche a facilitare l’iter del passeggero per ottenere quanto dovuto, dal rimborso, alla riprotezione, alla compensazione pecuniaria nei casi previsti.
L’ENAC, che continuerà il monitoraggio e la verifica delle prime soluzioni concrete che la compagnia si è impegnata a fornire, ha chiesto a Ryanair di produrre per la riunione di ottobre, dati relativi alle cancellazioni, tra cui, i voli cancellati, i passeggeri italiani coinvolti, la tipologia di tutela e i correttivi attuati per ridurre al minimo i disagi.
L’Ente, inoltre, ha ribadito al vettore che nel caso in cui risultassero irregolarità nella gestione dei rimborsi, delle riprotezioni e delle compensazioni ai passeggeri aventi diritto, erogherà le sanzioni previste dalla normativa di riferimento.
Oltre ai contatti diretti con la compagnia aerea, l’ENAC ha anche coinvolto l’omologo Ente irlandese per l’aviazione civile,
Irish Aviation Authority, e in particolare il Department of Transport, Tourism and Sport of Ireland, inviando una richiesta di informazioni dettagliate sulla situazione che si sta determinando a livello europeo e per ricevere le necessarie rassicurazioni sul permanere dei requisiti per il mantenimento della licenza di operatore aereo (COA) di cui è titolare Ryanair.
Lunedì 25 settembre, inoltre, l’ENAC incontrerà le Associazioni dei Consumatori per un confronto sulle problematiche più rilevanti da loro raccolte in merito all’effettiva rispondenza di Ryanair alle previsioni di tutela dei diritti degli utenti coinvolti nelle cancellazioni.

Post correlati

Fedespedi al Governo, consentire il magazzinaggio per evitare il blocco logistico

MILANO – E’ giunto al Governo anche l’appello di Fedespedi, la federazione delle imprese di spedizioni internazionali in Italia, che […]

Trasportounito, Longo: Tzsunami finanziario sull’autotrasporto, 1,5 mld di crediti insoluti

Tir: L’emergenza coronavirus ha aggravato ulteriormente i problemi dell’autotrasporto – Una azienda su due è vicina al crack – L’assenza […]

Governo riduce le attività produttive essenziali – Porti a rischio saturazione

ROMA – Entrato in vigore il decreto “chiudi Italia” il Governo ha ridotto l’elenco delle attività produttive essenziali e che […]


Leggi articolo precedente:
Il settore nautico italiano in cifre – Si conferma il trend di crescita

GENOVA - E’ stata presentata al Salone Nautico Internazionale di Genova la 38a edizione della NAUTICA IN CIFRE, il rapporto statistico che...

Chiudi