lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Livorno: Porte Vinciane alla svolta, passano all’Authority regionale

Livorno: Porte Vinciane alla svolta, passano all'Authority regionale

FIRENZE - Svolta importante nell'annosa vicenda delle Porte Vinciane che separano il porto di Livorno dallo Scolamtore d'Arno che potranno essere presto rimesse nella condizione di svolgere la loro funzione, grazie ad una serie di interventi resi possibili dal sostegno della Regione Toscana e al termine degli interventi di ripristino, la gestione delle Porte passerà all'Autorità portuale regionale. 

Le Porte Vinciane sono poste all'interno del canale dei Navicelli, lo scolmatore d'Arno, che è in posizione limitrofa rispetto alla Darsena Toscana e segna il confine territoriale tra Pisa e Livorno, si trovano su territorio livornese ma l'attuale gestore del sistema di sbarramento e disconnessione è l'omonima società pisana “Canale dei Navicelli”. La gestione delle Porte Vinciane ha spesso generato discussione. La loro apertura, infatti, da una parte permette alle imbarcazioni di passare dal mare ai Navicelli attraversando solo un breve tratto del canale Scolmatore, ma dall'altra può contribuire all'insabbiamento del porto, rendendo necessario il dragaggio, a causa del depositarsi sul fondo dei sedimenti portati dallo Scolmatore dell'Arno. Con la decisione pertanto si perviene alla regolamentazione da parte dell'Authority portuale regionale che ne verificherà il corretto funzionamento, anche in virtù della recente inaugurazione del Terminal Ferroviario Darsena Ovest. La nuova stazione ferroviaria e il nuovo binario di collegamento con la linea ferroviaria Tirrenica, verso Nord, per l'arrivo e la partenza di treni merci direttamente dalla banchina livornese.

Nei prossimi giorni la società Navicelli, rimuoverà le Porte e ripristinerà il loro corretto funzionamento. L'operazione avverrà a seguito di accurate ispezioni, con l'autorizzazione dell'Autorità portuale di Livorno per l'occupazione temporanea delle aree. "Considerati gli elementi di preoccupazione che il tema della gestione delle Porte ha comportato nel territorio ed in particolare tra gli enti interessati dal loro funzionamento – spiega l'assessore regionale Ceccarelli - la Regione ha ritenuto opportuno che, una volta eseguite le operazioni di riparazione, la gestione passi all'Autorità portuale regionale, che è ente regionale".

La Società Navicelli procederà quindi, in accordo con la Regione, ad effettuare le verifiche necassrie per garantire la riparazione ed il regolare funzionamento delle Porte. Saranno inoltre rimossi fanghi che ostacolano il regolare funzionamento delle chiuse, operazione che sarà condotta nell'ambito delle attività in corso da parte della Regione sul canale Scolmatore. A seguito del ripristino verrà definito i passaggio di competenze all'Autorità portuale regionale.

 

Post correlati

Conftrasporto, le politiche EU su Trasporti e logistica, comprendano le imprese italiane

ROMA – Interviene Conftrasporto-Confcommercio sul tema delle politiche europee in ambito di Trasprti e Logistica:  “Siamo arrivati al punto di […]

Assemblea Fedespedi, il mondo che cambia – Digitalizzazione, sostenibilità e nuove competenze –

VENEZIA – Si è svolta a Venezia l’Assemblea Pubblica di Fedespedi, la Federazione nazionale delle Imprese di Spedizioni internazionali dal […]

Automotive, in crisi da tre anni – La guerra in Ucraina si è abbattuta su tutta la filiera

BRUXELLES –  Logistica dei veicoli finiti in Europa, camion e auto, la crisi di tutta la filiera negli ultimi tre […]


Leggi articolo precedente:
Nencini: La Tirrenica è importante, ma ascoltiamo anche il territorio

ROMA- “La Tirrenica è un'opera importante, collega due grandi porti oltre a valorizzare Piombino, mette in sicurezza un tratto viario...

Chiudi