lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Livorno, mobilità futura- La tranvia e la ferrovia Interporto-Pontedera

Livorno, mobilità futura- La tranvia e la ferrovia Interporto-Pontedera

Un incontro digitale promosso dal Propeller Club port of Leghorn, rivolto all'analisi di progetti per la  mobilità del futuro della città di Livorno. Nell'obiettivo di uno sviluppo sostenibile del traffico cittadino con un tasso di riduzione  dal 68% al 50% nel prossimo decennio.

LIVORNO - Nel porgere i saluti iniziali la presidente Maria Gloria Giani ha dato la parola all’ammiraglio Flavio Biaggi comandante l’Accademia Navale che ha potuto presentare il convegno che si terrà in Accademia, sempre in modalità web, il 12 marzo pv dal titolo “Italia Paese Marittimo- Sfide ed opportunità”. Hanno inviato saluti anche il colonnello Cutarelli Guardia di Finanza ed il colonnello Sole Comando Carabinieri.

Il convegno presentato al Propeller è stato curato dal dott. Mario Antonio Gambacciani esperto e studioso di mobilità dell’area tirrenica e socio Propeller dall’autunno 2020.
L’intervento di Gambacciani si è incentrato partendo da un quesito di base: mentre sono in corso le attività sia di definizione del PUMS e del Piano Operativo che di proposta di accesso ai fondi del Next Generation, nella visione di Livorno c’è spazio per il ripristino della tranvia? È questa una valida opportunità per raggiungere l’obiettivo proposto di ridurre l’attuale traffico veicolare dal 68% al 50% nel prossimo decennio?

I flussi di utilizzo delle LAM, veicolari e pendolari contenuti nella relazione generale del PUMS- ha riferito Gambacciani- sono al riguardo promettenti per raggiungere le soglie necessarie per un investimento strutturale così importante. Pertanto, sarebbe opportuno procedere con uno studio di fattibilità, anche per i sostanziali miglioramenti in termini di distanza economica di cui i cittadini beneficerebbero.

Quale potrebbe essere un tracciato da esaminare? Quello che prevede il coinvolgimento delle 4 Stazioni di Livorno.
L’epicentro della visione sarebbe il ripristino della Stazione S.Marco per il traffico ferroviario regionale con annesso un terminal fluviale e un ampio parcheggio intermodale di supporto anche alla Stazione Marittima.Tranvia Livorno

Tracciato tranviario cittadino che potrebbe essere messo in connessione con la prevista tranvia a Pisa verso Cisanello, connessione da realizzarsi utilizzando l’attuale linea ferroviaria. In tal modo troverebbe una più efficace applicazione la modalità del tram treno, differentemente dall’ipotizzato tracciato parallelo della tranvia dei Navicelli, proposto per il Next Generation.

In luogo del suddetto percorso parallelo sarebbe opportuno destinare i fondi per il collegamento ferroviario Livorno-Interporto-Pontedera.

1) partendo da S.Marco si dimezzerebbe la distanza economica con Firenze (attualmente ci vogliono circa due ore dal centro di Livorno per raggiungere il centro di Firenze, circa il doppio di quanto occorre da Pisa e Bologna che hanno distanze geografiche similari);

2) si eviterebbe di realizzare il previsto by pass di Pisa per incanalare il traffico portuale e industriale andando a migliorare il corridoio logistico;

3) si liberebbe la linea Livorno-Pisa da un traffico importante, creando lo spazio per il tram treno.

Durante il dibattito che ha seguito la relazione, sono intervenuti tra gli altri i consiglieri Enrico Bonistalli e Gaetano D’Alesio che si sono soffermati sulla viabilità della area San Marco e zona Navicelli.
La presidente Giani ha concluso proponendo un prossimo incontro condotto da Gambacciani legato al tema e alla “distanza economica” che sta alla base dello sviluppo di una città, che vedrà dibattere l’Assessore comunale al porto Barbara Bonciani e l’Assessore alla urbanistica del Comune di Pisa Massimo Dringoli per focalizzare la direttrice Livorno Pisa.

Post correlati

Nuovo servizio intermodale di Metrocargo Italia per 12mila tonn. di barbabietole

Metrocargo Italia operatore di trasporto multimodale che collega quotidianamente l’Italia alla Francia attraverso Ventimiglia, ha annunciato il nuovo servizio multimodale […]

La Spagna verso il divieto di carico/scarico merci per gli autisti di Tir

Il mancato rispetto della normativa comporterà  il rischio di sanzioni  fino a 4.600 euro. MADRID– Con regio decreto-legge approvato nel […]

Nel porto di Livorno cresce il traffico ferroviario +56,2% nel primo semestre 2022

LIVORNO – Forte crescita del traffico ferroviario nel porto di Livorno che chiude il primo semestre 2022 con un incremento […]


Leggi articolo precedente:
MSC Grandiosa
Passeggero positivo al Covid su MSC Grandiosa sbarca a Palermo Nessun contagio a bordo

Ieri sera rilevato un passeggero positivo al Covid a bordo di MSC Grandiosa - La nave che si trova in...

Chiudi