lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > L’economia del Nord Ovest paga i conti dei ritardi infrastrutturali – Lettera aperta, Giachino

L'economia del Nord Ovest paga i conti dei ritardi infrastrutturali - Lettera aperta, Giachino

"Da giorni e giorni arrivare in Liguria per passeggeri e merci è diventato un calvario. Tutti i lavori per la messa in sicurezza di gallerie e viadotti che avrebbero dovuto scattare subito dopo la tragica caduta del Ponte Morandi sono scattati purtroppo solo ora perché a Roma hanno capito che in questi due anni la gente e i trasporti hanno viaggiato senza sicurezza." - Queste le parole con cui Mino Giachino, presidente di Saimare spa Genova, che in questi anni ha portato avanti il dibattito a sostegno dell'Alta Velocità e del movimento "Si Tav". Giachino in una lettera aperta scrive a Governo, Confindustria Piemonte e Lombardia e Regione Piemonte e Lombardia. Un appello nel quale si chiede di "non lasciare da sola la Liguria - dice Giachino - a pagare i ritardi di Autostrade e Governo".

- Lettera aperta

"Delle 22 corsie autostradali A e R da e verso la Liguria ne funzionano solo 10. Il nodo di Genova con quello di Bologna sono i punti più difficili della mobilità stradale del Paese. Da vent’anni a Genova si aspettano Terzo Valico e Gronda. La tragica caduta del Ponte Morandi è stata gestita molto bene da Sindaco e Regione che con investimenti e lavori rapidi hanno migliorato la viabilità locale.
L‘avvio in contemporanea dei lavori di sistemazione radicale di viadotti e gallerie autostradale sta causando code e ritardi che vengono pagati dalla economia del Nord Ovest che, dai porti liguri riceve le importazioni e che dai porti liguri si deve arrivare per le esportazioni, vede i tempi e i costi di trasporto aumentare del 50%.
Ora si profila la chiusura totale della A26 e successivamente della A12.
Una soluzione inaccettabile è insostenibile. Aver mescolato discussioni sulle concessioni autostradali e lavori di manutenzione straordinaria e’ stato un errore grave è pesante. L’economia del Nord Ovest debbono pagare i rimorsi di coscienza e i ritardi di Autostrade e Governo?
Faccio rilevare che questa gestione rischia di far perdere traffici ai porti italiani perché i grandi gruppi italiani ed europei non ci impiegano molto a dirottare importazioni ed esportazioni ai porti del Nord Europa.
La incompetenza governativa viene pagata dalla economia nazionale. Mi auguro Pertanto che le Associazioni produttive del Nord Ovest e le Regioni Piemonte e Lombardia si muovano in giornata col Governo".

Post correlati

Liguria, autostrade – Confcommercio-Conftrasporto: Il governo intervenga con atto d’urgenza

“È così difficile emanare una disposizione che sblocchi la situazione? – questa la domanda rivolta dal vicepresidente di Confcommercio e […]

Autostrade Liguria – Confcommercio e Conftrasporto chiedono un intervento normativo immediato

Emergenza Liguria, genera la forte penalizzazione dell’economia del nord Italia – Confcommercio e Conftrasporto in una nota congiunta sulla viabilità […]

Piero Neri alla guida di Confindustria Livorno Massa Carrara, vice presidente Matteo Venturi

Il Consiglio Generale di Confindustria Livorno Massa Carrara ha nominato la squadra che guiderà l’Associazione per il mandato 2020-2024. Piero […]


Leggi articolo precedente:
Augusto Cosulich
Cosulich fa rotta sull’LNG – Nuovo ordine, una bettolina pronta fra 2 anni- Costo 45 mln di dollari

“Siamo coscienti che molte delle nostre unit business attuali cambieranno alla svelta, dobbiamo anche noi cambiare faccia"  Lo spiega Augusto...

Chiudi