lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Il rilancio dell’economia del Paese in uno scenario di incertezza mondiale #SF&LmI2022

Il rilancio dell'economia del Paese in uno scenario di incertezza mondiale #SF&LmI2022

Oltre la logistica, l’economia. Opportunità e sfide della nuova normalità per il rilancio del Paese in un mondo incerto.

MILANO - La seconda giornata di Shipping, Forwarding prenderà il via alle ore 9:00 con la conferenza intitolata Industria, commercio e logistica: il Nord Ovest driver del Paese.
Il Nord Ovest ha storicamente rappresentato il triangolo industriale d'Italia: per un secolo Genova, Milano e Torino - e i loro territori circostanti - sono state le città di riferimento dell’industria nazionale.
Negli ultimi decenni però questo ruolo è venuto gradualmente a mancare, complice anche la situazione infrastrutturale. Le tre Regioni necessitano di una spinta comune, per superare i confini geografici e ragionare come un’unica Macro Regione a livello di logistica, commercio e industria: perché la connettività di un Paese decide le sorti del Paese stesso.
La sessione intende approfondire questi temi, coinvolgendo il mondo logistico produttivo e gli assessori regionali di Piemonte, Liguria e Lombardia.

A seguire - a partire dalle 11:30 - sarà possibile partecipare alla sessione Il trasporto e la logistica refrigerata ATP in Italia: presentazione del libro bianco OITAF.
La flotta di veicoli ATP adibiti al trasporto a temperatura controllata sfiora i 200.000 tra veicoli e semirimorchi. Si tratta di un investimento economico imponente da parte delle aziende logistiche, effettuato in risposta ma a volte anche anticipando le esigenze e le richieste dei committenti dell’industria e della distribuzione. OITAF, in collaborazione con il MISM, ha realizzato per la prima volta su dati ufficiali un libro bianco dove se ne illustra la consistenza, la distribuzione sul territorio e l’aggregazione in flotte.

Alle ore 14 avrà inizio la Presentazione dello studio Contship-SRM: corridoi ed efficienza logistica dei territori.
L’obiettivo generale dello studio è quello di individuare e monitorare i corridoi logistici utilizzati dalle imprese, le loro principali esigenze connesse ai porti di cui si servono ed anche le modalità organizzative che scelgono per spostare i propri prodotti. Per far questo, da 4 anni SRM e Contship si avvalgono di un panel di imprese manifatturiere di alcuni territori strategici che esportano e/o importano merci con modalità marittima facendo uso del container. Quest’anno, oltre a riconfermare i focus sulla sostenibilità e sui processi di digitalizzazione nelle industrie manifatturiere, è stato realizzato un ulteriore approfondimento dedicato al PNRR e alle aspettative delle imprese nei suoi confronti. Dal canto suo Contship, dopo 2 anni di sviluppo tecnologico e un primo lancio in Germania, cambia il modo di organizzare il trasporto su gomma dei container in Italia attraverso driveMybox.

Digital logistics, le nuove tecnologie e soluzioni per la generazione 4.0 nei trasporti, nelle spedizioni e nei magazzini sarà la sessione che, a partire dalle 15:00, affronterà temi legati alla rivoluzione digitale nell’industria e nella logistica, che ha la sua massima rappresentazione mediatica nelle immagini di magazzini automatici e catene di montaggio robotizzate. A questa parte visibile si affianca quella visibile, nel suo funzionamento ma non nei suoi effetti: smaterializzazione e scambio della documentazione logistica e doganale, distributed ledger, intelligenza artificiale, la sensoristica e l’IoT, la cybersecurity.
Per il nostro Paese, restare fuori da questi sviluppi e dalle reti che si stanno costruendo su queste tecnologie è più che pericoloso, è impensabile. Anche perché anche qui c’entra il PNRR.

La giornata si concluderà con la sessione dedicata a La logistica dell’arte, che avrà inizio alle ore 17:00.
Le opere d’arte sono una categoria di merci speciale, non solo per le esigenze che il loro trasporto e stoccaggio richiedono ma anche per gli adempimenti burocratici necessari per le transazioni commerciali Italia su Italia e ancora di più Italia su estero. Le aziende italiane e operanti in Italia hanno così sviluppato competenze d’eccellenza, che vanno fatte valere anche sui mercati internazionali, e non solo, come supporto per l’esportazione.

Post correlati

Memorandum d’intesa BCube – Mercitalia su logistica integrata 4.0

ROMA – Nuova partnership tra BCube e Mercitalia Logistics per la progettazione di un nuovo concept di Engineering & Logistics […]

Evoluzione della logistica portuale: catena del valore, competenze, persone – Convegno a Genova

Come cambiano le competenze e i modelli di business che interessano il mondo della logistica portuale? Di questo si interroga […]

Spedimar, l’affermarsi della professione di spedizioniere a Livorno e nascita giuridica

LIVORNO – Spedimar, associazione fra le imprese di Spedizioni internazionali e di logistica, ha festeggiato il 70esimo compleanno con un […]


Leggi articolo precedente:
Andrea Agostinelli
Gioia Tauro – Terminal Italcementi, crescono i volumi

GIOIA TAURO - E’ positivo il resoconto dell’attività di Italcementi Spa, terminalista nel porto di Gioia Tauro per la movimentazione...

Chiudi