Automar, nuovo servizio ferroviario di logistica integrata per l’automotive

Automar annuncia il nuovo servizio ferroviario per il collegamento delle sedi di Pontecagnano e Gioia Tauro - Ulteriore sviluppo nella logistica integrata export automotive.
Automar Gioia Tauro

Automar, società terminalistica che nel porto di Gioia Tauro gestisce il terminal autovetture,  ha annunciato un nuovo servizio ferroviario per il collegamento delle sedi di Pontecagnano e Gioia Tauro.

Tale servizio ferroviario, che è partito due giorni fa il 24 gennaio scorso, permette il trasporto delle autovetture di produzione nazionale dalla sede di Pontecagnano direttamente al porto di Gioia Tauro. Da qui le autovetture saranno imbarcate sulle navi Grimaldi Group per essere esportate per il mercato estero.

Al tempo stesso le autovetture che arriveranno dall’estero al porto di Gioia Tauro potranno essere trasportate, sempre via treno, verso la sede di Pontecagnano per poi essere smistate in direzione delle destinazioni finali.

Il nuovo servizio rappresenta un ulteriore sviluppo nella logistica integrata dell’automotive per la gestione dell’import-export  attraverso una rete di trasporto sostenibile ed efficiente. La linea è un significativo passo avanti nella distribuzione logistica, consolidando la posizione di Automar come un hub centrale per l’esportazione di veicoli prodotti in Italia.

Con circa 10 treni programmati a settimana, sarà così rafforzata la connessione tra il centro Italia e Gioia Tauro, ed aumenterà la capacità di movimentazione e distribuzione dei veicoli prodotti nel nostro Paese.

Automar Gioia Tauro

Nel 2023 Automar ha registrato un incremento di oltre il 50% dei traffici portuali, con una movimentazione ferroviaria organizzata in 256 treni in arrivo (38.498 vetture trasportate) e 12 treni in partenza (2.182 vetture trasportate), con una previsione per il 2024 di un ulteriore aumento del 50% dei traffici via treno.

Continua, quindi, il processo di sviluppo di Automar a Gioia Tauro attraverso l’impiego di notevoli risorse economiche, in particolare a settembre 2022 è stato ripristinato il tratto dei binari ferroviari interni al terminal, con un investimento di circa 700.000 euro, per consentire lo scarico dei treni in arrivo dagli stabilimenti di produzione di Melfi (per i veicoli Renegade e 500 X) e Fossacesia (per i veicoli Ducato) con un traffico di circa 9 treni a settimana in arrivo.

LEGGI TUTTO
Come il Tunnel sub-portuale di Genova migliorerà viabilità e spazi urbani

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

Laghezza

MSC