Logistic & Transport > ALIS promuove il rilancio del Mezzogiorno

ALIS promuove il rilancio del Mezzogiorno

NAPOLI -   Al via stamani presso il centro congressi della Stazione Marittima di Napoli il convegno sul tema“ Il Rilancio del Mezzogiorno attraverso la logistica intermodale sostenibile - L'evoluzione del trasporto e della logistica per il rilancio delle imprese e del Mezzogiorno” organizzato da A.L.I.S. - Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile.

A fare gli onori di casa Guido Grimaldi, presidente di A.L.I.S. La conferenza ha come moderatore Bruno Vespa, mentre il direttore del quotidiano “Il Mattino”, Alessandro Barbano, modera l'ultima sessione. L'evento è articolato in tre sessioni. La prima sessione (dalle 10.15 alle 11.45) sul tema: “L'evoluzione del trasporto e della logistica attraverso la modalità sostenibile” alla quale partecipano Maurizio Lupi, parlamentare della Camera dei deputati, molti nomi di spicco del mondo imprenditoriale: Alberto Bertone, presidente di Acqua Sant'Anna, Alberto Nobis, amministratore delegato di DHL Express Italia, Pierre Lahutte, brand president di IVECO, e Massimo Zanin, amministratore delegato di Feed - Gruppo Veronesi.

La seconda sessione (alle 12) intitolata “Rilancio del Mezzogiorno”, Tra i i relatori il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il presidente di RINA Spa, Ugo Salerno, il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, Pietro Spirito, e il vice presidente dell'International Chamber of Shipping, Emanuele Grimaldi.

L'evento si conclude con la sessione pomeridiana (dalle 15.30 alle 17.30,) con il Il Salotto dell'ALIS. Introdurrà la terza sessione Enrico Maria Puja, direttore generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al quale seguiranno, tra gli altri, Zeno D'Agostino, presidente di Assoporti e dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, e altri presidenti di Autorità di Sistema Portuale: Pino Musolino (Mare Adriatico Settentrionale), Stefano Corsini (Mar Tirreno Settentrionale), Ugo Patroni Griffi (Mare Adriatico Meridionale), Andrea Annunziata (Mare di Sicilia Orientale), Sergio Prete (Mar Ionio) e Francesco Maria Di Majo (Mar Tirreno Centro Settentrionale).

Post correlati

Crollo Genova: Allarme ponti, viadotti e gallerie, 46 mila opere con poche risorse per la prevenzione

La rete infrastrutturale nazionale formata da ponti, viadotti e gallerie è composta da più di 46 mila elementi, circa 30 […]

In Italia ponti e viadotti vecchi di 50 anni con alto livello di rischio crollo

Parla Maurizio Crispino, docente di Costruzioni strade e ferrovie del Politecnico di Milano: “La pratica dei controlli non è diffusa. Necessari […]

Crollo ponte di Genova, Toninelli: “Sapere immediatamente se ci sono altre situazioni di rischio crollo in Italia”

GENOVA – “Si profila una immane tragedia”. “Situazione di difficoltà incredibile, tutte le forze dell’ordine stanno accorrendo da tutte le […]


Leggi articolo precedente:
Mare sicuro, operazioni Guardia Costiera di Livorno

LIVORNO - Dal 17 giugno scorso, la Guardia Costiera di Livorno è impegnata nell’operazione Mare Sicuro, coordinata a livello nazionale dal...

Chiudi