lorenziniterminal
grimaldi
Governance > Scongiurato lo sciopero dei benzinai – Il Governo incontra la categoria che «chiede aiuto»

Scongiurato lo sciopero dei benzinai - Il Governo incontra la categoria che «chiede aiuto»

ROMA - Lo sciopero dei benzinai non ci sarà. Il ministro Stefano Patuanelli ieri pomeriggio ha avuto un incontro, in conference call, con i presidenti delle associazioni di categoria - Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio- per scongiurare la serrata dei distributori di benzina, alla presenza anche della ministro delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli. La possibile chiusura degli impianti in autostrada era stata annunciata a partire dal 25 sera, con il rischio di lasciare senza rifornimento oltre ai trasportatori anche le tantissime persone impegnate nell’emergenza Coronavirus, tra i quali il personale sanitario.

Manca la liquidità
Durante l'incontro con i ministri, le associazioni di categoria hanno pertanto sottolineato che più che uno sciopero quella degli esercenti è una «richiesta di aiuto», «c'è una categoria di persone, per oltre 100mila in tutta Italia, che, senza alcuna menzione, ha finora assicurato, senza alcun sostegno né di natura economica, né con attrezzatura sanitaria adeguata, il pubblico servizio essenziale di distribuzione di energia e carburanti per il trasporto di beni e persone» aveva fatto sapere in una nota Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio. Il rischio paventato è pertanto quello di non riusciremo più ad aprire per mancanza di liquidità, a fronte di un calo del 90% delle entrate denunciate dal settore, una difficoltà oggettiva anche solo a pagare i carburanti.

La richiesta di aiuto
Al termine della trattativa pertanto il governo ha assicurato lo studio "interventi ad hoc" per venire incontro alla categoria considerata servizio essenziale e con funzione primaria a servizio dell'emergenza coronavirus. Martino Landi, presidente nazionale di Faib, ha fatto sapere: «nessuno sulle autostrade chiuderà la sua area di servizio fino a quando gli sarà possibile»aggiungendo «c’è l’impegno della ministra De Micheli  a intervenire sulle concessionarie autostradali chiedendo un intervento sulle royalty fisse, vedremo». E intanto anche alle compagnie petrolifere verranno chieste piccole dilazioni sui pagamenti.

Post correlati

Imprese / Invitalia, sbloccati 10 mln di incentivi per Livorno area crisi complessa

LIVORNO –  Accessibili 10 milioni di euro di incentivi Invitalia da destinare ai progetti di sviluppo delle aziende di Livorno, […]

CCIAA Maremma e Tirreno in arrivo 2 milioni per imprese, turismo e digitalizzazione

La Camera di commercio Maremma e Tirreno annuncia un piano straordinario per le imprese delle province di Grosseto e Livorno. […]

Protocollo sicurezza anticontagio inviabile anche in modalità mail

LIVORNO – Protocollo di sicurezza anticontagio da coronavirus anche via mail, modalità che si aggiunge a quella di compilazione online […]


Leggi articolo precedente:
Stefano Messina
Assarmatori chiede al Governo lo stato di calamità naturale per i trasporti marittimi

Le richieste che Assarmatori, associazione degli armatori, al Governo e alle istituzioni. "Riconoscere lo stato di calamità naturale anche nel...

Chiudi