lorenziniterminal
grimaldi
Governance > Microinnovazione digitale – Regione Toscana mette a bando 10 milioni per micro e pmi

Microinnovazione digitale - Regione Toscana mette a bando 10 milioni per micro e pmi

FIRENZE - La Reguione Toscana apre oggi il bando ‘Sostegno per l'acquisto di servizi per l'innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese. Microinnovazione digitale delle imprese’. Pertanto da oggi le micro, piccole e medie imprese toscane potranno presentare domanda per ricevere un aiuto nell'acquisto di servizi innovativi destinati a favorire processi di trasformazione digitale. Lo hanno spiegato gli  assessori regionali alle attività produttive e alla presidenza "l’obiettivo è dare un aiuto alle imprese colpite dall’emergenza sanitaria". Per un complessivo di 10 milioni di euro: 8 per il settore manufatturiero e 2 per quello commerciale e turistico.

Il bando si inserisce nell’ambito del Por Fesr 2014-2020, il soggetto gestore è Sviluppo Toscana Spa. Destinatari sono le Mpmi toscane (compresi i liberi professionisti) in forma singola o associata (ATS, ATI, Rete- Contratto) e le reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi e Società consortili.

Ad agosto è stato aggiornato il Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane, inserendo una specifica sezione sui servizi digitali e tutta una serie di indicazioni orientative circa le caratteristiche di alcuni servizi di supporto alla trasformazione digitale. Il costo totale del progetto deve essere compreso tra i 7.500 ed i 100mila euro. Tra le spese ammissibili: acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione digitale, di servizi di sostegno all'innovazione compreso i canoni relativi a piattaforme software, di personale altamente qualificato. L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto ed erogato sotto forma di voucher.

Le domande potranno essere presentate, esclusivamente online attraverso la piattaforma web di Sviluppo Toscana, a partire dalle ore 9 del 17 settembre 2020 fino ad esaurimento risorse (e comunque fino al prossimo 15 novembre in attesa dello stanziamento in bilancio delle risorse derivanti dalla riprogrammazione del Por Fesr Toscana 2014-2020). Tutti i dettagli ed il testo completo del bando sono consultabili sul sito regionale e su quello di Sviluppo Toscana.

Post correlati

Assoporti, Giampieri: Preoccupazione per l’instabilità politica e i possibili effetti sulla portualità

Roma: “L’ipotesi di instabilità politica ci preoccupa perché si colloca in un momento di grandi incertezze a livello mondiale, e […]

Crisi di Governo, rinviato il fermo nazionale dell’autotrasporto

A conferma del grande senso di responsabilità, che ha sempre caratterizzato la categoria, l’autotrasporto italiano ha deciso di sospendere la […]

La replica/Accademia Navale Livorno: «Avviata una verifica su “asserite” irregolarita concorsuali»

LIVORNO – «In merito a quanto pubblicato sul quotidiano “Il Tirreno” relativo alle asserite irregolarità concorsuali durante le fasi di […]


Leggi articolo precedente:
Porto Olbia
Sardegna, tampone obbligatorio – Uggè (Conftrasporto): “Violazione a libera circolazione”

ROMA - Conftrasporto-Confcommercio contro il tampone obbligatorio "conditio sine qua non" della Regione Sardegna senza il quale non si entra...

Chiudi