lorenziniterminal
grimaldi
Governance > CCIAA Livorno e Grosseto, su innovazione e digitale 80mila euro per micro e pmi

CCIAA Livorno e Grosseto, su innovazione e digitale 80mila euro per micro e pmi

Innovazione e crescita digitale nel turismo - CCIAA Maremma e Tirreno  stanzia 80mila euro per le imprese della filiera- Un nuovo bando da lunedì 23 novembre

LIVORNO - Si amplia l’offerta di contributi a fondo perduto che la Camera di commercio mette a disposizione delle imprese. Da lunedì 23 novembre, fino al 30 aprile 2021, tutte le imprese della filiera del turismo potranno fare domanda per ottenere un voucher pari al 70% delle spese sostenute per lo sviluppo di servizi digitali, a fronte di un investimento minimo di mille euro e fino a un contributo massimo di 5mila euro.

Il percorso lungo il quale la Camera di commercio si sta muovendo è quello della crescita digitale e dell’innovazione, ed è stato scelto per indicare un futuro alle micro, piccole e medie imprese di Grosseto e Livorno, mettendo a disposizione seminari formativi, esperti ed ora anche i voucher.

Vediamo nel dettaglio quali sono le attività che possono ricevere un finanziamento: possono essere rimborsate per quasi tre quarti le spese per acquisto o noleggio di sistemi software dedicati a migliorare la visibilità e l’attività di comunicazione dell’azienda, compresi i software e le applicazioni per la gestione dei siti web; l’acquisto di software, programmi e sistemi informatici per la gestione della vendita diretta di servizi turistici e prenotazioni; l’acquisto di modem/router per impianti wifi messi a disposizione dei clienti a titolo gratuito; la realizzazione e lo sviluppo di nuovi contenuti per migliorare la presenza sui social media e in generale sul web; le spese per i servizi di consulenza in tema di supporto al digitale, all’innovazione, Industria 4.0 ed Agenda Digitale nel settore turistico; i percorsi formativi riservati agli operatori turistici per l’acquisizione di competenze su marketing digitale, innovazione ed e-commerce.

“Ogni impresa, oggi, deve fronteggiare l’accelerazione dell’evoluzione digitale, e questo è tanto più vero per il settore turistico che, duramente colpito dalla situazione pandemica, può sfruttare questo momento per riorganizzarsi – commenta il presidente della Camera di commercio Riccardo Breda – La filiera turistica ha un enorme rilievo, dato che è proprio l’attrazione esercitata dai nostri territori a costituire la forza di questo tessuto economico insieme all’economia del mare. Noi stiamo indicando una direzione: lo abbiamo fatto con i Lab digitali dove le molte imprese partecipanti hanno potuto fare un checkup delle loro competenze e degli strumenti che possiedono per sviluppare l’azienda. Con il Bando ci proponiamo di sostenere parte delle spese per compiere questo passo in avanti. E’ un’altra tappa di un cammino che proseguirà per tutto il 2021”.

Post correlati

Confindustria Li MC e Università di Pisa insieme per il futuro dei giovani

La collaborazione tra Confindustria Livorno Massa Carrara e Università di Pisa  si consolida con il rinnovo e lo sviluppo della […]

Università di Pisa, nuovo corso di laurea professionalizzante in “Digital Skills”

Presto l’Università di Pisa avrà un nuovo corso di laurea professionalizzante rivolto alle “digital skills”. L’annuncio in anteprima è stato […]

Neri, Confindustria Li-MC: “Università, ponte tra ricerca e imprese”

LIVORNO – Confindustria Livorno Massa Carrara e Università di Pisa hanno rinnovato, stamani in videoconferenza, l’accordo quadro per il futuro […]


Leggi articolo precedente:
Olt Toscana
Gnl, ponte alla carbon neutrality del 2050 – Tra mare e terra si guarda alle infrastrutture

Convegno digitale  Il GNL tra mare e terra - Il green deal europeo traccia le sfide ambientali per i settori...

Chiudi