lorenziniterminal
grimaldi
Environment - Sustainability > MSC e Oldendorff aderiscono al Methanol Institute e sperimentano navi al metanolo

Spadoni

MSC e Oldendorff aderiscono al Methanol Institute e sperimentano navi al metanolo

 Il Methanol Institute (MI) ha annunciato l'ingresso del Gruppo MSC e di Oldendorff Carriers tra i nuovi soci dell'associazione, insieme alle compagnie di navigazione che sperimentano l'uso del metanolo come combustibile navale. Methanol Institute è l'associazione dedicata alla condivisione di conoscenze e alla realizzazione di esperienze per l'uso di metanolo come carburante sicuro e sostenibile,

"MSC sta esplorando e sperimentando attivamente una gamma di combustibili e tecnologie alternative oltre ad alcuni significativi miglioramenti dell'efficienza energetica in tutta la sua flotta e considera il metanolo una delle principali soluzioni a lungo termine"- ha affermato Bud Darr, executive vice presidente, politica marittima e affari governativi del Gruppo MSC. “Oltre a esplorare partnership strategiche con fornitori di tecnologia ed energia, MSC contribuisce al lavoro di progettazione delle iniziative per facilitare la condivisione di informazioni intersettoriale”.

Fondata in Germania nel 1921, Oldendorff Carriers, compagnia di navigazione a conduzione familiare operatore nel settore di rinfuse solide in tutto il mondo, con una flotta diversificata di circa 750 navi portarinfuse, 330 milioni di tonnellate di merci trasportate ogni anno . Dal 2013, l'azienda ha investito oltre 3 miliardi di dollari in nuove eco-navi costruite in Cina, Corea e Giappone.

"Oldendorff ha esplorato attivamente il potenziale di varie soluzioni emergenti di energia rinnovabile e ha avviato lo sviluppo e l'applicazione di tecnologie verdi in tutta la flotta", ha affermato Scott Bergeron, Direttore Business Development and Strategy, Oldendorff Carriers. “Oggi oltre il 95% della flotta di proprietà e la maggior parte delle navi noleggiate sono navi di tipo ecologico; questo è una testimonianza del nostro impegno a ridurre l'impatto ambientale delle nostre operazioni e a sostenere l'industria marittima nel percorso di decarbonizzazione”.

“MI è lieta di accogliere Oldendorff e MSC come nostri nuovi membri, siamo lieti di vedere comegli armatori e operatori navali  più influenti del mondo, riconoscere il potenziale che il metanolo ha come carburante marino”, ha affermato Gregory Dolan , CEO di MI. "Il regolamento IMO sta guidando il cambiamento e di conseguenza l'interesse per il metanolo sta crescendo molto rapidamente, non ultimo perché è una delle uniche due scelte di carburante disponibili per ridurre le emissioni".

Post correlati

Al Port&ShippingTech il Forum: Over&Under The Sea, le risorse dei mari italiani

Le risorse dei mari italiani: una nuova tematica a Port&ShippingTech GENOVA – La Genoa Shipping Week in agenda dal 4 […]

Interporto Vespucci: “GNL Facile”, demo day per il rifornimento di mezzi pesanti

GNL Demo day all’Interporto Vespucci di Guasticce, la giornata dimostrativa di rifornimento di camion da una stazione di rifornimento GNL […]

Genova, Green Ports&Shipping Summit – Decarboniizzazione e riduzione impatto ambientale

GENOVA – Nell’ambito della manifestazione Genoa Shipping Week – Main conference PORT&SHIPPINGTECH – l’8 ottobre 2021 – Ore 9.00 – […]


Leggi articolo precedente:
Capitaneria di porto
156 anni fa nasceva il Corpo delle Capitanerie di Porto (VIDEO)

ROMA - Il Corpo delle Capitanerie di porto nasceva il 20 luglio di 156 anni fa, la ricorrenza è stata...

Chiudi