lorenziniterminal
grimaldi
Cruise & Ferries > Sulla rotta per le isole dell’arcipelago toscano

Sulla rotta per le isole dell'arcipelago toscano

LIVORNO  Mentre sulle rotte delle maggiori isole del Mediterraneo si disputa la competizione per le Autostrade del mare, nel mar Tirreno sulle rotte dell'arcipelago toscano, principalmente per l'Elba, si confronta il mercato dell'offerta di trasporto marittimo dove Toremar - Toscana Regionale Marittima S.p.A.- è la Compagnia di navigazione di riferimento. Toremar nasce nel 1975 e dopo aver fatto parte del gruppo Tirrenia, storica società pubblica, viene ceduta alla Regione Toscana nel 2009 che a sua volta, nel 2011, ha dato inizio alla procedura di privatizzazione per la quale è risultata aggiudicatrice la Moby SpA. 

Per avere dettagli dell'acquisizione e conoscere le caratteristiche di questo mercato ne parliamo con Matteo Savelli, amministratore delegato e presidente della Compagnia dal 2016, dopo esserne stato direttore generale.

La gara pubblica, per la privatizzazione di Toremar, aveva un doppio oggetto ossia la cessione delle quote e l'affidamento del trasporto pubblico locale per 12 anni. L’iter della privatizzazione si è concluso il 2 gennaio 2012: Moby SpA ne è diventata proprietaria ed ha siglato con la Regione Toscana il -Contratto per l’affidamento dei servizi pubblici di cabotaggio marittimo di collegamento con le Isole dell’Arcipelago Toscano- che scadrà il 31 dicembre 2023”.

Quali sono stati gli investimenti del nuovo azionista?: Il gruppo Moby si è mosso in due direzioni: ammodernamento della flotta e stabilizzazione del personale”

Quale è la composizione della vostra flotta?: L'ammodernamento della flotta é iniziato pochi mesi dopo l’acquisizione, precisamente nel giugno 2012 con la motonave Oglasa, il programma di refitting di tutte le unità di proprietà che si è concluso nel 2015 con le motonavi Marmorica e Bellini. La trasformazione delle navi ha interessato sia la parte relativa ai motori – cambio generatori, introduzione dei sistemi integrati elettronici di controllo di allarmi, rinnovo delle leve di comando - sia quella relativa alla zona passeggeri. Le altre navi soggette a refitting sono state il Liburna e l’Aethalia rinominata Stelio Montomoli in onore del Presidente che recentemente ci ha lasciato. Nel rispetto dei vincoli del contratto sono state noleggiate la Giuseppe Rum per l'isola del Giglio e la Rio Marina Bella per l’Elba. Infine, ad agosto 2016, è entrato in linea un nuovo mezzo veloce adibito al solo trasporto passeggeri, lo Schiopparello Jet, che compie la corsa Piombino-Cavo-Portoferraio in 20 minuti per tratta.Toremar oggi si può definire la prima Smart Fleet del mondo: tutte le navi sono dotate di collegamento wifi per la durata della traversata, un angolo social ed una charge station per ricaricare telefonini e tablet.

Quante persone lavorano in Toremar?: Moby, nel 2012, appena assunto il controllo della Compagnia, ha regolarizzato 89 lavoratori garantendo loro la continuità del rapporto di lavoro (CRL), risolvendo 43 cause preesistenti; allo stesso tempo ha assunto 45 marittimi più 3 amministrativi, aumentato il proprio organico portandolo ad un totale di 206 marittimi e 23 amministrativi, tutti assunti a tempo indeterminato, e costruito un rapporto di fiducia con comandanti, marittimi e il personale amministrativo senza cui le navi non viaggiano. Nella stagione estiva, inoltre assume stagionalmente circa 40 marittimi per il regolare svolgimento delle attività”.

Come va il mercato nel vostro settore, avete avvertito le flessioni del turismo? La crisi ha cambiato profondamente il mercato turistico soprattutto dell’Isola d’Elba, considerata il cuore dell’attività di Toremar dove si concentra la quasi totalità del trasportato, senza tralasciare le altre isole dell’arcipelago toscano, Capraia in testa essendo Toremar l’unico vettore presente tutto l’anno. Nonostante ciò, per quanto ci riguarda, abbiamo avvertito una piccolissima ripresa dell’attività già a partire dal 2015, crescita che è proseguita anche lo scorso anno”.

Il contratto con la Regione in cosa consiste esattamente?: Toremar ha stipulato con la Regione Toscana un contratto di trasporto pubblico locale per garantire la continuità territoriale con tutte le isole dell’arcipelago. Nello specifico raggiungiamo tutti i giorni l’Elba, Capraia ed il Giglio, mentre una volta a settimana approdiamo, da Rio Marina a Pianosa e due volte Giannutri in subappalto. Il contributo che riceviamo viene erogato in base al numero delle miglia effettuate ed al rispetto degli alti standard imposti dalla Regione”.

Nei collegamenti con le isole minori sarà sicuramente più difficile riempire le corse durante tutto l'anno?: Toremar, ribadiamo, è presente tutto l’anno per garantire la continuità territoriale ai cittadini abitanti in zone disagiate. Soprattutto nelle isole minori quali Giglio e Capraia, durante il periodo invernale offre giornalmente tre corse andata e ritorno dal Giglio a Porto Santo Stefano ed una andata e ritorno da Livorno a Capraia. Queste diventano una e mezzo il mercoledì ed il giovedì quando la nave pernotta sull’isola con lo scopo di permettere, a coloro che hanno necessità di recarsi sulla terraferma per esigenze quotidiane quali una visita medica o reperire generi alimentari, di partire e rientrare in giornata con la corsa delle ore 13.00 da Livorno. Durante l’estate il numero delle corse viene incrementato sino a due al giorno nei fine settimana. Il nostro servizio è rivolto non solo alle persone ma, tramite il traffico commerciale, anche alle ditte che devono recarsi sull’isola per lavoro; mi riferisco per esempio alla manutenzione di strutture alberghiere, al trasporto di generi tramite camion per l’allevamento ittico etc”.

La concorrenza per l'isola d'Elba è molto agguerrita?: Si. Oltre alla Toremar e naturalmente Moby, sul canale di Piombino operano altri due vettori Corsica Ferries e Blu Navy. Con Moby abbiamo accordi commerciali, quali ad esempio la formula “parti prima” che permette, a chi ha acquistato un biglietto di una delle due compagnie, di viaggiare indifferentemente sulle navi Moby o Toremar nell'orario antecedente a quello prenotato salvo disponibilità. Insieme nel periodo estivo da e per l’Elba raggiungiamo circa 100 partenze al giorno. Corsica Ferries svolge un servizio con un mezzo veloce, anche per le auto, da giugno a settembre. Blu Navy svolge la sua attività dal 2010; nell'azionariato di questa compagnia è presente l'associazione albergatori elbani che le garantisce, vuoto per pieno, circa 3 milioni di euro all’anno”.

Che differenza c'è tra il prodotto Toremar e quello Moby dal punto di vista del passeggero?: Non c'è nessuna differenza sono day ferries adibiti al trasporto passeggeri ed auto e non hanno cabine”.

Ma anche le tariffe sono le stesse?: Le tariffe promosse da Toremar sono bloccate in virtù di un contratto di servizio blindato, con moltissimi requisiti da rispettare, quali l’operativo, gli orari e la qualità”.

Obiettivi futuri?:Affermare sempre più il servizio che abbiamo l’onore di svolgere e continuare a migliorare il nostro standard”.

Post correlati

GNL, futuro delle navi da crociera – Spezia sulla rotta del bunkeraggio -INTERVISTA

Il futuro delle navi da crociera è il GNL Nasce l’esigenza per il Mediterraneo di ospitare infrastrutture per il rifornimento […]

Costa Smeralda torna a Savona e si prepara alla ripartenza del 10 ottobre

Genova – Costa Crociere ritorna nel porto di Savona con Costa Smeralda, la prima nave della compagnia italiana alimentata a […]

Grimaldi aggiunge una nave ro-pax sulla linea Livorno-Palermo; Partenze giornaliere

LIVORNO –  Il Gruppo Grimaldi potenzia i propri collegamenti per il trasporto merci e passeggeri tra il Centro Italia e […]


Leggi articolo precedente:
Gioia Tauro: Assoluzione Giovanni Grimaldi, il fatto non sussiste

GIOIA TAURO - Assoluzione con formula piena, perché il fatto non sussiste. E’ chiara la posizione di Giovanni Grimaldi, ex presidente...

Chiudi