lorenziniterminal
grimaldi
Yachting > Salone Nautico Venezia, l’arte navale torna a casa, dal 18 al 23 giugno

Salone Nautico Venezia, l'arte navale torna a casa, dal 18 al 23 giugno

VENEZIA- Dal 18 al 23 giugno 2019 a Venezia a presso l’Arsenale, avrà luogo il Salone Nautico Venezia,  il nuovo evento fieristico internazionale dedicato alla nautica. Con l'avvio di questa manifestazione, che avrà luogo nella cornice dell'Arsenale, l’industria nautica torna simbolicamente dove è nata, ovvero nell'antico “cantiere” dove la Repubblica della Serenissima nel massimo della sua espansione, dal XIII al XVI secolo, costruiva le navi.

Ieri ha avuto luogo il lancio della manifestazione presso la Sala Consiglio di Ca’ Corner di Venezia. Presente il Comitato di Indirizzo costituito appositamente, il sindaco della città lagunare, Luigi Brugnaro,  che è stato tra i promotori della manifestazione, il contrammiraglio Piero Pellizzari della Direzione Marittima del Veneto e della Capitaneria di Porto di Venezia. Il Salone Nautico di Venezia si presenta con un piano triennale già finanziato per i prossimi tre anni, come sottolineato dal sindaco  Brugnaro: "E' un’occasione per tutta la cantieristica italiana” - "Dobbiamo crederci e dare il massimo contributo possibile al suo successo perché rappresenta un'occasione per il futuro delle nuove generazioni" - A noi interessa che la città dia un segnale di risveglio e di riappacificazione con il mare" - ha concluso il sindaco di Venezia - "il nostro mare Adriatico che deve avere la sua voce. Sono certo che sarà un salone meraviglioso".

Fabrizio D’Oria, coordinatore della segretaria tecnica del Salone Nautico, è intervenuto parlando dello “stato dell’arte” del lavoro in corso. Lungo le banchine dell’Arsenale saranno esposte le imbarcazioni dei primari cantieri italiani ed esteri, all’interno delle Tese troveranno posto accessori, impianti motori e attrezzature. Uno scenario unico, che i moderni padiglioni espositivi non possono riprodurre. L’Arsenale sarà aperto alla città attraverso il Padiglione delle Navi, sezione del Museo Storico Navale della Marina Militare, permettendo così l’accesso dall’ingresso monumentale. Sarà un primo contatto con la navigazione anche attraverso l’inedito percorso “in acqua”..

Un’attenzione particolare sarà dedicata al composito mondo della cantieristica veneziana, insieme alle tradizionali imbarcazioni in legno, tipiche della laguna, saranno esposti anche i mezzi delle forze dell’ordine civili e militari comprese alcune navi, a testimonianza della grande collaborazione che si è stabilita con tutte le autorità e in particolare con la Marina Militare nella figura dell’ammiraglio Andrea Romani che ha dichiarato: “Abbiamo sostenuto questo progetto fin dalle sue fasi iniziali. La Marina Militare è pienamente impegnata nel portare avanti questa iniziativa che permetterà di valorizzare l’antico Arsenale" ."Nei giorni del Salone, la nostra Base Navale sarà aperta al pubblico e verrà ampliata l’offerta del Museo Navale rendendo visitabile il sommergibile Dandolo grazie alla collaborazione con Vela e Fondazione Musei Civici di Venezia”.

Alberto Galassi, Amministratore Delegato del Gruppo Ferretti, uno tra i primi a credere in Venezia come sede espositiva, ha detto: “se c’è un posto in Italia che può fare concorrenza a Montecarlo per standing e ambiente questo è Venezia. Ci credo da tempo, l’anno scorso abbiamo celebrato i 50 anni del nostro gruppo qui e torniamo per la presentazione delle nostre novità. Ho suggerito di partecipare anche ai nostri concorrenti”.

Numerose le iniziative collaterali che in diverse sale e spazi dell’Arsenale terranno alto il contenuto culturale della manifestazione. All’interno dello Spazio Incontri dal 19 giugno con un convegno sul design, poi incontri dedicati ad ambiente, turismo, pesca, sicurezza e navigazione. I visitatori del Salone potranno arrivare anche via mare con le loro barche, ormeggiando in uno dei diversi marina che hanno collaborato alla creazione di questa iniziativa.

Saremo presenti a supporto dell’iniziativa” - ha dichiarato il contrammiraglio Piero Pellizzari della Direzione Marittima del Veneto e della Capitaneria di Porto di Veneziacentrale per sviluppare tutti gli aspetti legati alla navigazione da diporto. I nostri uomini e la nostra esperienza sono a disposizione in particolare per ciò che riguarda le normative e la sicurezza della navigazione”.

Post correlati

La Germania sequestra il primo megayacht di un oligarca russo

Sequestrato il primo megayacht di proprietà di un oligarca russo, si tratta di Alisher Usmanov, uno dei 26 soci del […]

Azimut cresce nel mercato mediorientale e partecipa al Dubai International Boat Show

Il Medio Oriente mercato in forte crescita per il settore nautico e con grande potenzialità di sviluppo – Azimut ha […]

Civitavecchia, Marina Yachting inchiesta archiviata

CIVITAVECCHIA – Archiviata l’inchiesta sul Marina yachting che sorgerà all’interno del porto storico di Civitavecchia. Si è svolta infatti l’udienza […]


Leggi articolo precedente:
Fincantieri
Fincantieri-Princess Cruises, firmati i contratti per la costruzione di 2 maxi navi a LNG

TRIESTE -  Princess Cruises e Fincantieri hanno annunciato oggi la firma dei contratti definitivi per la costruzione presso il cantiere...

Chiudi