lorenziniterminal
grimaldi
Shipping > Nata “MSC Foundation” per il sostegno umanitario ed ambientale del pianeta

Nata "MSC Foundation" per il sostegno umanitario ed ambientale del pianeta

Il Gruppo MSC ha dato vita ad “MSC Foundation” organizzazione no profit con lo scopo di proteggere il pianeta blu e le sue comunità più vulnerabili.

AMBURGO – Nasce MSC Foundation, la fondazione che opererà su scala globale, a sostegno delle aree più fragili del mondo e delle esigenze del pianeta al fianco delle comunità più vulnerabili. Si tratta di un’organizzazione no profit creata dal Gruppo MSC con l’intento di promuovere ed estendere il suo programma umanitario e sociale, nonché per accrescere il contributo del Gruppo alla sostenibilità. MSC opererà sia in maniera indipendente che con l’ausilio di esperti partner.

LA FONDAZIONE COME BASE PER LO SVILUPPO – Il Gruppo MSC, che comprende MSC Cargo, la seconda linea al mondo nel trasporto container, e MSC Crociere, la più grande compagnia di crociere privata del mondo, contribuisce attivamente sostenendo importanti programmi umanitari e di tutela dell’ambiente. Questo da oltre un decennio, salvando così migliaia di vite con azioni, come nel caso della partnership con l’UNICEF, volte a combattere la malnutrizione.

La MSC Foundation è stata istituita per incrementare questi impegni e svilupparne di nuovi, per un forte senso di responsabilità verso il pianeta, i suoi abitanti e le sue risorse - in particolare gli oceani - nella convinzione che tutti noi abbiamo il dovere di lasciare un mondo migliore alle generazioni future.

UN APPROCCIO D’ECCEZIONE – Potendo contare sulla dimensione globale di MSC e sulla sua eccezionale conoscenza del mare, la fondazione si impegna a fare la differenza, in concreto, nelle aree in difficoltà, a livello indipendente e in partnership con organizzazioni internazionali di rilievo, ONG ed esperti in campo scientifico.

MSC Foundation identifica i programmi da lanciare e da sostenere mediante l’analisi delle principali emergenze e delle aree di massima necessità, valutando le opportunità d’azione diretta sul campo o tramite sostegno economico. La fondazione intende agire da catalizzatore, sostenendo lo sviluppo di partnership efficaci e soluzioni innovative, basate sulla costante raccolta di dati per monitorare il raggiungimento degli obiettivi del programma e il dialogo ininterrotto con i beneficiari e i partner del programma.

AREE DI INTERVENTO COMPLEMENTARI – MSC Foundation si concentra principalmente su tre aree: protezione ambientale, in particolare degli ecosistemi acquatici e marini, sostegno alle comunità più vulnerabili del mondo con sensibilizzazione e cure mediche, e sostegno d’emergenza alle popolazioni colpite da calamità naturali.

UN SISTEMA DI FUNDRAISING E UN KNOW-HOW STRAORDINARI – Con la creazione della MSC Foundation è stato introdotto su tutte le navi da crociera MSC uno speciale “impegno a donare insieme”: per ogni donazione di €1 degli ospiti presenti a bordo la MSC Foundation donerà automaticamente €1. Così, donando insieme, anche i contributi più piccoli possono fare una grande differenza.
La MSC Foundation raccoglie fondi attraverso donazioni degli ospiti di MSC Crociere, contributi, eventi a bordo, vendite al dettaglio, donazioni individuali, campagne di raccolta fondi e feste di beneficenza.

I PROGRAMMI CONCRETI – Nella fase iniziale la fondazione sosterrà 7 programmi:
· In Costa d’Avorio, con UNICEF, per promuovere il riciclaggio grazie ad attività che coinvolgono le donne nella trasformazione dei rifiuti di plastica in mattoni solidi e a basso costo per la costruzione di aule scolastiche.
· Ad Haiti con la Clinica Mobile della Andrea Bocelli Foundation per fornire cure mediche, trattamenti, vaccini ed educazione sanitaria a vantaggio delle comunità di cinque aree disagiate dell’isola.
· In Senegal con Mercy Ships, che sostiene le navi ospedaliere con un equipaggio di volontari e personale impegnato in operazioni di salvataggio in aree difficilmente raggiungibili e prive di accesso a strutture sanitarie.
· A Genova, con la fondazione dell’innovativo “Parco del Mare” per rigenerare l’area della Valpolcevera, colpita dal crollo del ponte Morandi.
· Nel Mediterraneo con Marevivo, finanziando attività didattiche per i giovani per accrescere la consapevolezza da parte dei ragazzi dell’importanza della protezione marittima e per contrastare l’inquinamento del mare.
· Alle Bahamas, con un programma di ricostituzione dell’ambiente marino che coinvolge 64 km2 di acque ed ecosistemi marini di Ocean Cay, comprese specie coralline vulnerabili.
· Nell’area di Amburgo, con la Elbe Habitat Foundation per migliorare lo status ecologico del fiume Elba, ripristinando gli habitat peculiari e la diversità naturale del suo paesaggio fluviale.

Gianluigi Aponte, fondatore del Gruppo MSC e presidente della MSC Foundation ha spiegato gli obiettivi per cui è nata la Foundation: “Io e la mia famiglia siamo orgogliosi di aver creato questa fondazione, perché sentiamo fortemente di avere il dovere di contribuire al miglioramento dell’ambiente del nostro pianeta. Attraverso le future azioni della nostra fondazione e il sostegno di tutti i nostri partner raggiungeremo certamente risultati straordinari.

Henrietta Fore, direttore esecutivo di UNICEF ha dichiarato: “Dal 2009 MSC offre un generoso sostegno all’opera dell’UNICEF, donando 10 milioni di euro per salvare la vita di circa 100.000 bambini gravemente malnutriti in tutto il mondo. La nostra partnership oggi entra in una nuova fase: lo sviluppo di programmi ambientali a vantaggio dei bambini e del pianeta, un esempio trascinante di ciò che si può raggiungere unendo le forze. Ringraziamo MSC per il suo costante e appassionato sostegno per il futuro dei bambini, i giovani e il mondo in cui tutti abitiamo.”

Post correlati

Carburanti low carbon, stop alle speculazioni – Denuncia di Assarmatori

Speculazioni sulle norme IMO – Stefano Messina, presidente Assarmatori, denuncia il danno economico alle imprese di navigazione. ROMA – Il […]

Assocostieri: Bunkeraggio da bettolina, chiarita la misurazione carburanti

Arriva la nota che sblocca il bunkeraggio italiano – L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fornisce chiarimenti sui sistemi di […]

Accordo Rina-Technical University di Atene

Rina, firmato un accordo con la  National Technical University di Atene, Facoltà di Ingegneria Navale e Meccanica (la NA & […]


Leggi articolo precedente:
Ilva
Ilva, la crisi ricadrà sulle imprese di autotrasporto – La denuncia di Trasportounito

ROMA - Duecento imprese, per un totale di oltre mille addetti. Questo il bilancio "di guerra" che la sconsiderata gestione...

Chiudi