Nasce a La Spezia il primo Polo Nazionale della Subacquea

Confindustria La Spezia esprime la propria soddisfazione per la scelta del territorio spezzino a sede del Polo Nazionale della Subacquea
Mare pulito

LA SPEZIA – Sarà inaugurato a La Spezia, il 9 giugno prossimo, il primo Polo Nazionale della Subacquea, nuovo centro di eccellenza gestito e coordinato dalla Marina Militare Italiana all’interno del CSSN – Centro di Supporto e Sperimentazione Navale della Spezia  – in sinergia con Leonardo, Fincantieri e la rete di micro, piccole e medie imprese che sono presenti nel territorio già attive nel settore della blue economy, con know-how, capacità e professionalità internazionalmente riconosciute.

La nascita del nuovo Polo Subacqueo è stata annunciata nell’ambito del convegno “Civiltà del Mare. Il subacqueo nuovo ambiente per l’umanità” che si è tenuto all’Accademia Navale di Livorno, organizzato da Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine e Marina Militare, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche e Università di Roma La Sapienza.

Il ministro per le Politiche del mare, Nello Musumeci, durante il convegno ha specificato: “la legge di bilancio 2023 ha stanziato 2 milioni per la costituzione del Polo Nazionale della dimensione subacquea, per sviluppare competenze e potenzialità nazionali sotto la supervisione e il controllo della Marina Militare”.

Il Centro di supporto e sperimentazione navale (Cssn) è già un punto di riferimento e il polo nazione della subacquea, ha sottolineato Luciano Violante, presidente della Fondazione Leonardo-Civiltà delle macchine, “sarà utile anche per sostenere la filiera delle piccole e medie imprese, da coinvolgere direttamente nei programmi” oltre a favorire l’attività di ricerca e sviluppo.

Confindustria La Spezia in una nota ha espresso la propria soddisfazione per la scelta del territorio spezzino a sede del Polo Nazionale della Subacquea: “rappresenta un’ulteriore importante opportunità di specializzazione territoriale e un nuovo significativo motore di sviluppo economico per le imprese del territorio” – ha sottolineato Confindustria La Spezia – “La sua realizzazione deve essere perseguita con capacità e determinazione, con l’aspirazione di vedere La Spezia universalmente riconosciuta come capitale della blue economy”. Ricordando inoltre che sempre a La Spezia si tiene il Seafuture, salone dedicato all’industria del settore navale, alle Marine Militari, presso la Base Navale della Spezia che quest’anno si svolgerà dal 5 all’8 giugno.

LEGGI TUTTO
HHLA investirà nel settore intermodale con il 51% dell'austriaco Roland Spedition

“La nostra Associazione – ha specificato il presidente di Confindustria La Spezia, Mario Gerini – che riunisce molte importanti imprese di ogni dimensione che in questo comparto operano, conferma la propria disponibilità a fornire tutto il supporto necessario per la concreta realizzazione di questo importante e strategico progetto. Confindustria La Spezia, inoltre, è già impegnata su molte iniziative legate alla blue economy ed è già sostenitrice del “Protocollo d’intesa per la promozione del sistema di distretto ligure della subacquea” promosso da Regione Liguria e Comune della Spezia nel luglio 2019”.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC