Mar Rosso: gli Houthi rivendicano l’attacco alla Cma Cgm Tage, noli container alle stelle

Cma CgM Tage

LIVORNO – Le milizie Houthi hanno rivendicato l’attacco missilistico alla portacontainer CMA CGM Tage avvenuto il 2 dicembre scorso, mentre la nave si trovava nello stretto di Bab al-Mandeb nella parte meridionale del Mar Rosso, dove si focalizzano gli attacchi delle milizie yemenite, area di congiunzione con il Golfo di Aden.

L’attacco, avvenuto dopo che la compagnia aveva annunciato il forte rialzo delle tariffe Asia-Mediterraneo, è stato rivendicato il 3 gennaio dal portavoce delle forze armate yemenite, Yahya Sare’e, in un discorso televisivo e poi ripreso sulla piattaforma X, ex Twitter.

“I mezzi navali delle forze armate yemenite” – ha dichiarato il portavoce – “hanno effettuato un’operazione prendendo di mira la nave CMA CGM Tage che stava viaggiando verso i porti della Palestina occupata”.

Per l’esattezza “dal 19 novembre ad oggi è questo il 24esimo attacco degli Houthi nel Mar Rosso meridionale contro le navi mercantili” – ha riferito U.S. Central Command @Centcom su X: “Mercoledì 2 gennaio intorno alle 21:30 (ora di Sanaa), gli Houthi sostenuti dall’Iran hanno lanciato due missili balistici antinave dalle aree yemenite nel Mar Rosso meridionale. Diverse navi commerciali hanno segnalato l’impatto nelle acque circostanti, ma nessuna ha riportato danni. Queste azioni illegali hanno messo in pericolo la vita di dozzine di marinai innocenti e continuano a interrompere il libero flusso del commercio internazionale”.

La conferma è arrivata anche dalla compagnia francese che ha dichiarato che “la nave non ha subito alcun danno”.

Gli Houthi, che controllano gran parte dello Yemen e combattono una guerra civile dal 2014, sostengono di agire in solidarietà con i palestinesi nella guerra di Israele contro Hamas.
Dal mese di dicembre gli attacchi si sono intensificati interrompendo buona parte della navigazione nel Mar Rosso e nel Canale di Suez, area attraverso la quale transita circa il 12% del commercio globale.

LEGGI TUTTO
Confitarma, politiche commerciali e shipping

Mentre continuano gli attacchi degli Houthi nel Mar Rosso, aumentano i noli marittimi sulle tratte Asia – Mediterraneo. La francese CMA CGM in un avviso del 2 gennaio ha annunciato l’aumento delle tariffe container (Freight All Kinds – FAK rates) sulla rotta Asia – Nord Europa, a partire dal 15 gennaio, fino al 100% rispetto al 1° gennaio, pari a 3.200 USD (per container da 20”) e 6.000 USD (per container da 40’).

Gli esperti prevedono che la situazione impatterà fortemente sulla supply chain globale provocando un’impennata del commercio, dei prezzi delle materie prime e del carburante.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC