lorenziniterminal
grimaldi
Environment - Sustainability > La Fondazione Grimaldi sostiene due borse di studio presso la World Maritime University

La Fondazione Grimaldi sostiene due borse di studio presso la World Maritime University

Fondazione Grimaldi Onlus e World Maritime University, siglato accordo - La Fondazione l'erogherà due borse di studio annuali per l’iscrizione di candidati di emergenti al Master of Science in Maritime Affairs della WMU a Malmö (Svezia).

La World Maritime University (WMU) e la Fondazione Grimaldi Onlus hanno siglato, oggi, un Memorandum of Agreement (MoA) che prevede l’erogazione di due borse di studio annuali per l’iscrizione di candidati qualificati provenienti da paesi emergenti al Master of Science in Maritime Affairs della WMU a Malmö (Svezia). La WMU, istituita nell'ambito dell'IMO, persegue la mission di essere centro mondiale di eccellenza nell'istruzione post-laurea marittima e oceanica, nella formazione professionale e nella ricerca, costruendo nel contempo capacità globali e promuovendo lo sviluppo sostenibile. La visione di WMU è ispirare leadership e innovazione per un futuro marittimo e degli oceani sostenibile.

A siglare l'accordo Cleopatra Doumbia-Henry, presidente della WMU, e Emanuele Grimaldi, presidente e amministratore delegato della Fondazione Grimaldi Onlus.

I fondi forniti dalla Fondazione faciliteranno lo sviluppo di competenze e capacità nell’ambito di un'ampia gamma di argomenti che riguardano il mare e gli oceani, compresa la decarbonizzazione e l’energy management, la logistica dello shipping, il management dei porti, leggi e politiche ed altri settori rilevanti. Ciò contribuirà a un alto livello di competenza accademica e professionale per i laureati nei settori marittimi e oceanici dei paesi del Sud America e dell'Africa occidentale.

Doumbia-Henry ha affermato: "Il MoA con la Fondazione Grimaldi Onlus sottolinea l'importanza del sostegno del settore privato per la WMU. Il settore navale beneficia direttamente dell'istruzione che la WMU fornisce ai leader marittimi e oceanici di domani, rafforzando capacità e competenze e favorendo l’equità in un'industria che fa affidamento sulla cooperazione internazionale. Siamo grati alla Fondazione Grimaldi Onlus per il suo sostegno alla missione della WMU e siamo ansiosi di dare inizio alla collaborazione nell'ambito di questo accordo".

Grimaldi ha commentato: “La Fondazione Grimaldi è lieta di avviare una collaborazione con la World Maritime University, amplificando e allo stesso tempo internazionalizzando il nostro impegno nel garantire pari opportunità di accesso a un livello superiore di istruzione ai giovani dei paesi emergenti. Tutte le indagini accademiche evidenziano che nessuno sviluppo è possibile nelle società senza investimenti nell'istruzione. Attraverso la partnership con la WMU riguardante l'istruzione post-laurea, speriamo di fare la nostra parte per aiutare molti studenti e lo sviluppo autonomo degli Stati del Sud America e dell'Africa occidentale, nel campo che conosciamo di più: il settore marittimo”.

Il MoA amplifica l'azione di sostegno della Fondazione finalizzata al pari accesso all'istruzione nei paesi marittimi e nelle comunità in contesti sociali difficili. Attraverso il MoA, la Fondazione Grimaldi Onlus, nell’ambito del suo scopo statutario di fornire aiuto ai giovani in paesi e contesti di povertà e disagio sociale, sosterrà in diversi modi la missione della WMU.

Oltre alle borse di studio, il MoA prevede anche che il Gruppo Grimaldi aderisca al WMU Industry Liaison Group, che facilita iniziative concrete del settore pubblico e privato a sostegno dei risultati accademici, di ricerca e di capacity building della WMU, compresa l'attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite. Questa cooperazione mirata con il settore privato punta a contribuire a ridurre l’impatto ambientale dell'industria marittima, promuovendo una buona governance e contribuendo a un mondo migliore. Inoltre, il MoA offre la possibilità al top management del Gruppo Grimaldi di tenere lezioni agli studenti della WMU e partecipare alle conferenze dell’Università. Questi forniranno anche supporto per studi sul campo intrapresi dalla WMU e stage. Le due Parti coopereranno inoltre, ove possibile, nell'intraprendere ricerche sulle emissioni di gas serra (GHG) delle navi.

Tutto ciò sosterrà l'importante ruolo di insegnamento e ricerca della WMU, che include un percorso educativo sull’energy management in ambito marittimo (Maritime Energy Management – MEM) che è un meccanismo diretto ed efficace per ridurre le emissioni di GHG prodotte dallo shipping. La WMU è fortemente impegnata nell'obiettivo 13 - Azione per il clima e nell'obiettivo 14 - La vita sotto l'acqua degli OSS delle Nazioni Unite.

Il MoA è un esempio di Responsabilità Sociale d'Impresa nel settore marittimo, che tiene conto di questioni sociali e ambientali e riconosce l'importante ruolo che la WMU svolge nell'educazione dei leader marittimi e oceanici.

Post correlati

Alis on Tour: “Marebonus, facciamo i conti e capiamo quanto conviene all’Italia”

Terzo appuntamento di “ALIS ON TOUR. L’Italia in movimento alla scoperta del Mezzogiorno” tenutosi presso la Masseria Li Reni di […]

A Livorno il Forum: “Transizione ecologica e automotive”, ricadute su lavoro e imprese

“La transizione ecologica del settore automotive” è il tema del forum che si svolge a Livorno, dal 7 all’8 giugno, […]

Livorno, Lega Navale e Centro Velico Caprera presentano il Progetto M.A.R.E., report ricerca

LIVORNO – Presentazione del progetto “M.A.R.E.”(Marine Adventure for Research and Education) – giovedì 7 luglio  ore 19,00 – presso la […]


Leggi articolo precedente:
FulvioLino diBlasio
Di Blasio: “I porti lagunari tornano a crescere, obiettivo recuperare i volumi pre-covid”

Nel terzo trimestre 2021 nel porto di Venezia il settore commerciale risulta trainante e rappresenta il 60% del tonnellaggio totale...

Chiudi