Shipping > d’Amico sigla l’accordo per la vendita di una nave “medium range”

d'Amico sigla l'accordo per la vendita di una nave "medium range"

L' ANNUNCIO DELLA VENDITA- L'OPERAZIONE GENERA UN EFFETTO DI CASSA NETTO DI 7,2 MILIONI DI DOLLARI
 
Lussemburgo – d’Amico International Shipping. S.A. (Borsa Italiana: DIS) (la Società o DIS), società internazionale nel trasporto marittimo, specializzata nel mercato delle navi cisterna, rende noto che la propria controllata operativa d’Amico Tankers D.A.C. (Irlanda), ha firmato un accordo per la vendita della MT High Presence (“la Nave”), una nave ‘medium range’ di portata lorda pari a 48,700 tonnellate e costruita nel 2005 da Imabari Shipbuilding Co. Ltd. (Giappone), per un corrispettivo pari a 14,14 milioni di dollari. 
Questo accordo consente a d’Amico Tankers di generare alla consegna della Nave, un effetto di cassa, al netto del rimborso del debito bancario esistente per la Nave, pari a circa 7,2 milioni di dollari, contribuendo quindi al rafforzamento della posizione di liquidità di DIS, in vista del completamento del proprio programma di rinnovamento della flotta.
 
A seguito di questa operazione, d’Amico Tankers manterrà, inoltre, il controllo commerciale della Nave, avendo concluso con l’acquirente un contratto di ‘time charter’ della durata 6 anni ad un livello di noleggio competitivo. Ad oggi, la flotta di DIS comprende 56,5 navi cisterna (LR1, MR e handysize product tankers), di età media di 7,7 anni (di cui 28 navi di proprietà, 25,5 navi in time charter-in e 3 nave a noleggio a scafo nudo). d’Amico Tankers d.a.c. ha inoltre contratti in essere con Hyundai Mipo Dockyard Co. Ltd per la costruzione di 5 nuove navi cisterna LR1 (Long Range), con consegna prevista tra il 2017 e la fine del 2018.
 
Marco Fiori, Amministratore Delegato di d'Amico International Shipping, ha dichiarato: "La vendita di questa nave di 12 anni è perfettamente in linea con la nostra strategia di mantenere una flotta di navi di proprietà estremamente giovane, attraverso la graduale sostituzione di alcune delle navi esistenti con le nuove navi ordinate negli ultimi anni. Questo accordo è inoltre coerente con il nostro obbiettivo di rafforzamento della posizione di liquidita di DIS, dal momento che genererà un impatto positivo di cassa di 7,2 milioni di dollari nell’ultimo trimestre dell’anno”.

Post correlati

GIP: “TDT e Sech non in competizione, ma 2 visioni delle stesso problema”

di Lucia Nappi   LIVORNO – “I clienti e le compagnie stanno cambiando, i terminal portuali rischiano di perdere i […]

Gruppo Grendi: Nata la compagnia marittima ProCargo Line – Collegamenti con la Tunisia

Il Gruppo Grendi annuncia la nascita della nuova compagnia marittima ProCargo Line – I soci di sono: Gruppo Grendi, Vittorio Bogazzi e […]

Livorno raccoglie onori dal 6° Med Ports

di Roberto Lippi   LIVORNO – Dopo Tangeri nel 2016 e lo scorso anno a Barcellona, per il 2018 la sede […]


Leggi articolo precedente:
Raccolta indumenti usati, dove vanno a finire? L’affidabilità della filiera

Esiste il rischio di truffe?    Per fornire una risposta razionale a questi interrogativi e specialmente garanzie a chi è...

Chiudi