lorenziniterminal
grimaldi
Shipping > Assocostieri: Bunkeraggio da bettolina, chiarita la misurazione carburanti

Assocostieri: Bunkeraggio da bettolina, chiarita la misurazione carburanti

Arriva la nota che sblocca il bunkeraggio italiano - L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fornisce chiarimenti sui sistemi di misurazione dei carburanti riforniti installati sulle bettoline

Roma - Dopo oltre un anno di incontri e di interlocuzioni tra Assocostieri e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è stata emanata la nota 179382/RU del 8 novembre 2019 dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Direzione Antifrode e Controlli – Ufficio Controlli – Sezione Accise/Giochi che fornisce precisazioni relativamente ai sistemi di misurazione dei carburanti riforniti installati sulle bettoline utilizzate per il trasporto di gasolio o di olio combustibile destinati alla navigazione marittima.

Tale nota risolve le pesanti problematiche che si andavano verificando nei porti italiani dove gli armatori dediti ai servizi di bunkeraggio associati ad Assocostieri stavano vedendo fermare una dopo l’altra le proprie navi.

Assocostieri in una nota fa sapere di aver rappresentato fin da subito all’Agenzia le perplessità sull’applicabilità di molti dei punti della circolare 2/D del 25 marzo 2019, per le quali il gruppo di lavoro di Assocostieri ha formulato specifiche proposte. Tale circolare, sebbene avesse già accolto la proposta di Assocostieri di prevedere un piano di adeguamento graduale delle bettoline facendo coincidere l’installazione dei misuratori con il primo fermo nave per visita di rinnovo del certificato di navigabilità, aveva previsto che tali misuratori fossero certificati MID e non che fossero soltanto rispondenti ai requisiti prestazionali richiamati dall’allegato MI-005 del D.Lgs. n. 22/2007, anche se privi della certificazione e marchiatura MID, come sempre chiarito nel corso degli incontri tra l’Agenzia delle Dogane ed Assocostieri.

Assocostieri auspica che il provvedimento dell’Agenzia ponga fine alla diatriba sulla corretta applicazione delle specifiche tecniche degli strumenti di misura che stava cagionando pesanti problematiche ed in alcuni casi il fermo nave di alcuni dei primari operatori dei principali porti italiani (ad esempio Civitavecchia, Genova, Napoli e Ravenna).

Assocostieri ha manifestato più volte tali criticità alla Direzione centrale Antifrode e Controlli e da ultimo, a seguito di un incontro con i vertici dell’Agenzia, ha accolto con piacere l’emanazione della nota in cui è specificato che gli Uffici delle dogane dovranno consentire l’utilizzo delle bettoline anche a seguito del primo fermo nave successivo alla data della circolare 2/D, a condizione che sulle stesse siano stati installati i sistemi di misura su condotta rispondenti, in condizioni nominali, ai requisiti prestazionali richiamati dall’allegato MI-005 del D.Lgs. n. 22 del 02/02/2007, anche se privi della certificazione e marchiatura MID.

Assocostieri conclude ringraziando l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il costante e proficuo dialogo che ha portato al raggiungimento di tale obiettivo, auspicando che gli operatori del servizio di bunkeraggio nei porti possano concentrare finalmente la propria attenzione verso il recupero e l’ottenimento di un vantaggio competitivo sostenibile rispetto ai loro concorrenti europei.

Post correlati

“Le donne dello shipping raccontano”, incontro Propeller Club Ancona

ANCONA  – “Le donne dello shipping raccontano” questo il titolo dell’incontro organizzato dal Propeller Club Port of Ancona e in […]

Project Cargo/Spezia imbarca il maxi magnete al Terminal del Golfo, Gruppo Tarros

Al Terminal del Golfo imbarco eccezionale di un maxi collo, il Superconductor destinato alla centrale nucleare in costruzione in Francia. […]

Vidotto: “Ufficiali competenti fanno bene al Paese”- Graduation Day, Accademia Marina Mercantile /INTERVISTE

GENOVA – Festeggiamenti a Genova per il Graduation Day dell’Accademia Italiana della Marina Mercantile, ovvero la cerimonia  di consegna degli […]


Leggi articolo precedente:
Confetra Agorà 2019 – La logistica tra percezioni e ricerca di identità industriale

Mercoledì 13 novembre alle 9.30 appuntamento al Tempio di Adriano (Roma piazza di Pietra) ROMA -C'è grande attesa per i...

Chiudi