Ports > Trieste, D’Agostino: “Puntiamo a chiudere l’anno con 600mila Teu”

Trieste, D’Agostino: “Puntiamo a chiudere l’anno con 600mila Teu”

MOVIMENTAZIONE FERROVIARIA GEN-OTT 2017: SUPERATI I 7000 TRENI (+13,86%) RISPETTO A GEN-OTT 2016  E OTTOBRE DIVENTA UN MESE RECORD CON 822 TRENI
 
 TRIESTE - Si conferma anche nella seconda parte del 2017 il trend positivo che sta caratterizzando i traffici del porto di Trieste, con un nuovo record per treni e container. 7.147 i treni movimentati tra gennaio e ottobre, con una crescita del +13,86% rispetto allo stesso periodo del 2016, mentre nel solo mese di ottobre ne sono stati lavorati  822, dato record mensile per lo scalo giuliano.
Nei primi 10 mesi dell’anno vi è stato un aumento dei volumi totali di traffico del +4,66% sul medesimo periodo del 2016, con  51.137.967 tonnellate di merce trattata. Incremento a doppia cifra dei container (+26,62%) che toccano quota  513.899 TEU.
 
L’eccellente performance dei container è un risultato senza precedenti per il porto, - afferma il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D’Agostino -  tanto che già ad ottobre abbiamo superato il totale dell’anno 2016 (486.462 TEU) ed il record del porto di Trieste del 2014 di 506.019 TEU. Con questo trend di crescita prevediamo di raggiungere per la prima volta i 600.000 TEU a fine anno”. “Sono volumi non paragonabili ai porti Nord europei, - ha sottolineato D’Agostino – “ma dimostrano una dinamicità e una vivacità senza precedenti in atto nello scalo. Al di là del risultato dei container,  - ha concluso il presidente - siamo un porto multisettoriale, con una forte vocazione ferroviaria e importanti margini di crescita: oltre ai numeri, in questo momento la nostra solidità si misura soprattutto sulla capacità di attrarre compagnie armatoriali e investitori internazionali interessati al nostro sviluppo in ambito logistico e industriale”.
 
Buona la performance degli altri comparti: merci varie (+13,92%), RO-RO (+3,99%) con 250.325 unità transitate. In aumento le rinfuse liquide (+2,65%), mentre le rifuse solide segnano un -20,76%.
Positivi tutti i dati del singolo mese di ottobre rispetto allo stesso mese del 2016: movimentazione totale (+11,64%), container (+40,03% TEU), merci varie (+12,92%), comparto RO-RO (+0,66%), rinfuse liquide (+9,90%), rinfuse solide (+42,60%).

 

Post correlati

Commissione UE: Illegali gli aiuti di Stato concessi al porto di Napoli – 44 mln di euro

NAPOLI – La Commissione europea è giunta a conclusione: sono illegali i 44 milioni di euro accordati dallo Stato italiano all’Autorità […]

Genova cerca le soluzioni viarie per garantire maggiore operatività al porto

GENOVA – E’ stato dato il via alla demolizione del muro spartiacque tra l’area nazionale e quella internazionale nel bacino […]

La Spezia e il Gruppo Contship puntano la prua verso gli USA

Missione congiunta negli USA per l’Autorità di Sistema del Mar Ligure Orientale e il Gruppo Contship Italia,  NEW YORK – […]


Leggi articolo precedente:
Spezia-Port Community: Liberare il porto dalla burocrazia riscrivendo le regole

LA SPEZIA - “Molti anni fa, sulla spinta di imprenditori illuminati, La Spezia lanciò e affermò una formula tutta sua, una...

Chiudi