Porti Genova e Savona, dati terzo trimestre 2020 – Container, segnale positivo

Genova Traghetti

Nei porti di Genova e Savona, si conferma il trend anche nel terzo trimestre 2020. Gli indicatori pubblicati  dall’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale raffigurano uno scenario globale di contrazione.
I volumi di merce complessivamente movimentati nei porti del sistema hanno riportato una flessioneone del -16,6%, chiudendo i primi 9 mesi dell’anno a 41.238.318 tonnellate (-8.218.212 tonnellate rispetto al 2019), principalmente imputabile al trend negativo dei mesi di aprile e maggio (quasi 5 milioni e mezzo di tonnellate movimentate in meno rispetto al primo semestre del 2019, pari ad un calo del 16,5%) e a quello dei mesi di luglio e settembre che hanno registrato circa 3 milioni di tonnellate in meno rispetto a terzo trimestre 2019.

TERZO TRIMESTRE 2020
Merce containerizzata
Il terzo trimestre ha dato un segnale positivo nel trend dei volumi containerizzati, sebbene  la seconda ondata epidemica stia nuovamente irrompendo in tutta Europa. I mesi di agosto e settembre hanno segnato, in termini di volumi, risultati sostanzialmente in linea con il 2019, rispettivamentea +1,8% e -4,7% rispetto all’anno precedente. Il mese di luglio, molto più prossimo temporalmente al lockdown primaverile, ha invece registrato un dato molto più negativo (-21,1%), soprattutto se messo a confronto con il 2019 quando fu stabilito il livello record di container movimentati in un mese. Pertanto il trimestre registra alla voce volumi containerizzati -6,4%. Il traffico di container  si è quindi attestato a 606.259 TEU, pari al – 8,95% in meno rispetto ai 665.872 dello stesso periodo del 2019.

Merce convenzionale 
Il traffico di merce convenzionale e rotabile ha chiuso il terzo trimestre del 2020 movimentando 3.607.776 milioni di tonnellate, un risultato in  calo del – 9,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (3.991.829 tonn.).
Il traffico di merce convenzionale ha chiuso il primi 9 mesi del 2020 movimentando circa 9,6 milioni di tonnellate, un risultato in forte calo rispetto a quello dell’anno precedente. Questo trend, comune a tutte le principali componenti del traffico convenzionale, rotabili e merce varia, è strettamente collegato ad una tendenza generalizzata dell’economia del nostro paese legata alle conseguenze della pandemia in corso a partire dai primi mesi dell’anno.
Il traffico di rotabili ha mostrato un calo anche nel mese di settembre ma si sono registrate performance diverse tra i diversi porti del sistema. Se il bacino di Sampierdarena ha mostrato una sostanziale tenuta rispetto a settembre 2019 (-1,2%), in termini di tonnellate i porti di Savona e Vado Ligure hanno registrato un più pesante calo pari al 19,1%.

LEGGI TUTTO
Fumata nera per il segretario generale a Livorno /INTERVISTA AL SINDACO NOGARIN

Rinfuse liquide
Anche questo settore registra un trend negativo prevalentemente imputabile al drastico calo della domanda di prodotti petroliferi, causate dalle misure di contenimento del COVID-19
Oli minerali – 33,5%  pari a  3. 544.491 tonn. ( rispetto a 5.331.410 tonn. nel 2019). Il mese di settembre ha contribuito ad acuire questa tendenza chiudendo in calo di circa 930 mila tonnellate rispetto allo stesso mese del 2019 (-51,1%).
Altre rinfuse liquide (vino + 27%, prodotti chimici  -24,8%) totale -9,0%

Rinfuse solide
Questo segmento di traffico, oltre a confermare un consolidato trend nazionale delle rinfuse solide che subiscono la concorrenza da parte del container e vedono ridursi il loro mercato di riferimento (centrali termiche a carbone, acciaierie, cementifici, ecc), continua ad essere penalizzato da eventi eccezionali legati agli scali del sistema.
Nel terzo trimestre 2020 le rinfuse solide movimentate hanno subito un calo del -25,1% con 441.892 tonn (rispetto a 590.325 tonn. del 2019)

Nei primi 9 mesi del 2020, le rinfuse solide movimentate a livello di sistema mostrano un pesante calo (-42,4%). I traffici dello scalo di Genova hanno chiuso questo periodoa 382 mila tonnellate, pari ad un calo del 19,7%. Lo scalo di Savona mostra una contrazione decisamente maggiore con un calo del 52,3% nel mese di settembre ed uno del 47,7% nel progressivo che lo porta a chiudere i primi 9 mesi a circa 1,1 milioni di tonnellate -25,1% movimentate rispetto agli oltre 2 milioni movimentati nello stessoperiodo del 2019.

Traffico passeggeri, traghetti (-46,5%)
Il traffico passeggeri si conferma come la componente che ha maggiormente risentito della pandemia di COVID-19.
Il traffico crocieristico ha segnato un -97,9% nel trimestre, con 602.186 passeggeri in meno rispetto allo stesso trimestre del 2019 e una variazione dell’87,8% nel cumulato.
Per quanto riguarda il traffico passeggeri da navi traghetto,  ammonta al –38,2% la flessione del terzo trimestre, da considerare il calo del mese di a settembre del -40,4%.

LEGGI TUTTO
Pasquale Legora de Feo nuovo presidente di Uniport

Nel complesso nel terzo trimestre il settore ha subito una diminuzione del -46,5% bilanciata dalle buone performance dei mesi estivi.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC