Porti e traghetti verso la riapertura del 3 giugno / Piombino-Elba, piano anti contagio

Porto Piombino

LIVORNO – Si avvicina il 3 giugno data in cui riapriranno le regioni, potremo tornare a spostarci senza limiti in Italia e negli Stati Europei che hanno già predisposto per la riapertura. Tra questi per esempio la Spagna che, la settimana scorsa, ha dato il via per le navi passeggeri e per i voli e provenienti dall’Italia, abrogando il divieto d’ingresso imposto oltre due mesi fa, da questo tuttavia rimane ancora escluso il traffico delle crociere.

Per i porti e le compagnie di navigazione impegnate sul traffico passeggeri sarà molto importante osservare i rigidi protocolli anticontagio. In primo piano il traffico dei traghetti per le isole, maggiori e minori, che sarà sicuramente sottoposto ad un maggiore impulso, sempre tenendo di conto le normative in materia.
Nel caso della Sardegna al momento la Regione Autonoma Sarda, rilascia l’autorizzazione all’imbarco ai passeggeri  con comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o motivi di salute, o per il rientro presso il proprio domicilio/abitazione/residenza, rimane comunque l’obbligo della quarantena.

Nel porto di Piombino. impegnato nel traffico da e per l’Isola d’Elba, l’AdSP ha promosso una serie di incontri tra istituzioni e operatori per definire un percorso condiviso per l’applicazione in modo uniforme delle numerose normative nazionali e regionali in tema di contenimento della diffusione del Covid-19.  Lo fa sapere l’Autorità di Sistema portuale del Mar Tirreno Settentrionale in una nota.
La bozza del Piano di prevenzione e protezione dell’AdSP è stata presentata nel corso di una riunione organizzata  dal responsabile dell’Ufficio Territoriale di Piombino, Claudio Capuano, con le Capitanerie di Porto di Piombino e Portoferraio, le compagnie di navigazione del settore traghetti, i concessionari all’interno della Stazione Marittima, il vice sindaco piombinese, Giuliano Parodi, il sindaco elbano di Portoferraio, Angelo Zini, e rappresentanti della Gat (Gestione Associata per il turismo) dell’Isola d’Elba. Piano che risponde al Decreto del Consiglio dei Ministri, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 maggio, relativo alle Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale con  le Misure attinenti il settore marittimo e portuale.

LEGGI TUTTO
La responsabilità del pilota di porto /FOCUS

La redazione definitiva del Piano verrà presentato nei prossimi giorni, nel quale saranno stabilite le modalità di informazione agli utenti, le misure organizzative da attuare nelle stazioni marittime e nei porti, in particolare in quelli elbani di Portoferraio, Rio Marina e Cavo, ciascuno in relazione alle proprie caratteristiche.

La riunione è stata positiva – ha dichiarato il sindaco di Portoferraio Angelo Ziniperché ha messo insieme i soggetti a vario titolo interessati ai temi di sicurezza. Mi pare che le misure di prevenzione che l’Adsp ci ha riferito siano valide, corrette e opportune. il protocollllo che si sta definendo è da valutare positivamente”.

TDT

Let Expo 2024

Assoporti 50anni

Confindustria Livorno

 

Confitarma auguri

MSC Spadoni

AdSP Livorno

Toremar

Laghezza

MSC