Parità di genere, protocollo Aspi-sindacati per contrastare la violenza sul lavoro

Un protocollo a favore della parità di genere e per contrastare violenze e discriminazioni sui luoghi di lavoro, con politiche di integrazione e di sviluppo di tutto quanto possa incrementare e migliorare il sistema di welfare aziendale.
Parità di genere

Roma – Autostrade per l’Italia S.p.A. – Aspi – ha siglato con i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl viabilità e Logistica, un protocollo che stabilisce un codice di comportamento e misure concrete per promuovere sul lavoro la cultura del rispetto della persona. Nello specifico il protocollo –  applicabile anche alle aziende controllate di Aspi – mira a contrastare la violenza e a prevenire qualsiasi comportamento che pregiudichi la dignità della persona sul luogo di lavoro.

Fanno sapere le sigle sindacali:  Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica: “Con questo protocollo abbiamo voluto lanciare un messaggio inequivocabile di tolleranza zero nei confronti di qualsiasi comportamento offensivo, lesivo o indesiderato. La nostra posizione, condivisa dall’azienda, è chiara: i reati sessuali, le molestie ed ogni forma di abuso sono inammissibili, e vanno sradicati e eliminati con fermezza in tutti i contesti lavorativi”.

“L’accordo -specificano i sindacati – prevede l’attivazione di diverse misure. Tra queste, l’istituzione dello sportello di ascolto, percorsi di assistenza psicologica, il riconoscimento di un periodo di congedo retribuito di ulteriori 60 giorni, rispetto a quanto già previsto dal CCNL, per le donne vittime di violenza di genere. Inoltre, si introdurranno piani di formazione su questi temi e sarà svolto un monitoraggio sistematico sull’efficacia del protocollo, che include anche la valutazione del rischio di violenza e molestia sul lavoro e della sua correlazione con la gestione della salute e sicurezza sul lavoro”.

“Questo protocollo è il risultato di una strategia avviata già da tempo con Aspi. È un importante strumento innovativo di partenza – concludono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Viabilità e Logistica – per avviare prassi concrete di tutela e inclusione, a favore della parità di genere e per contrastare violenze e discriminazioni sui luoghi di lavoro, con politiche di integrazione e di sviluppo di tutto quanto possa incrementare e migliorare il sistema di welfare aziendale”.

LEGGI TUTTO
L'ammiraglio Carlone comandante generale delle Capitanerie di Porto.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC