lorenziniterminal
grimaldi
Ports > MED Ports visita il porto di Livorno / FOTO

MED Ports visita il porto di Livorno / FOTO

di Lucia Nappi
 
LIVORNO – Visita al porto di Livorno per gli operatori e gli esperti dei porti mediterranei ed europei partecipanti alla manifestazione internazionale "MED Ports Exhibition and Conference 2018 - VI° edizione", in svolgimento a Livorno dal 17 al 19 aprile presso il Grand Hotel Palazzo.
 
MED Ports è l'evento itinerante che, ogni edizione, sceglie un importante porto mediterraneo per presentare un ciclo di conferenze dedicate ai porti e ai traffici commerciali attraverso il Mediterraneo. Con l'edizione di Livorno è la prima volta che la manifestazione si svolge in Italia, nell'ottobre scorso il porto di Barcellona aveva ospitato l'edizione 2017, mentre per il 2019 MED Ports sarà a Casablanca.
 
La visita organizzata dalla Authority ha condotto, ieri mattina, i partecipanti al convegno alla scoperta dei terminal e delle banchine labroniche. Dopo essere stati accolti a Palazzo Rosciano, sede dell'Autorità di Sistema, per un incontro con il presidente Stefano Corsini, la delegazione internazionale è stata accompagnata all’interno del porto. 
 
Terminal Darsena Toscana
La prima tappa del tour ha visto protagonista il Terminal Darsena Toscana, la banchina dedicata al traffico dei container. Dopo una breve sosta per scattare qualche foto alla Torre del Marzocco, l’antico edificio mediceo nella parte sud della banchina, l’attenzione della delegazione  si è spostata sugli elementi principali: l8 gru (gentry creanes) per la moimentazione dei container; suddivise settorialmente,
la zona dedicata ai container reefer alimentati elettricamente e dove si svolgono i controlli delle merci, i 3 fasci di binari con le gru RTG a cavaliere per il trasbordo dei container sulla ferrovia, gli uffici, le aree di manovra e deposito container.
 
Terminal LTM (Livorno Terminal Marittimo) sede dei traffici delle Autostrade del Mare dedicato ai ro-ro per le linee dei traghetti per Sardegna, Sicilia e Tunisia delle linee Moby e Tirrenia. 
 
Interporto Amerigo Vespucci, situato nell’immediato retroterra a 5 Km di distanza dal porto, visita ai magazzini per il deposito della merce refrigerata. 
 
Terminal Crociere dedicato ai traffici di navi da crociera e dei traghetti per i collegamenti con Corsica e Sardegna 
 
Banchina Alto Fondale: con accosti dedicati a merci varie, forestali e container, ma anche di navi da crociera è qui infatti che si trova il terminal di accoglienza per i crocieristi.
 
Il convegno, oggi e domani si sviluppa attorno alle discussioni sulle opportunità e criticità del traffico merci in ambito mediterraneo. Gli interventi prevedono relatori nazionali ed internazionali in rappresentanza di porti, operatori logistici, terminalisti, società ferroviarie, università, fornitori di servizi,ecc..
Un padiglione espositivo con 50 espositori allestito nella sede del convegno, dove l’Authority si presenterà insieme all’Interporto Vespucci, questa area dedicata al B2B servirà ad accogliere il pubblico degli operatori e degli esperti che qui avranno modo di creare e sviluppare contatti e relazioni.
 
 Intervengono : 
Stefano Corsini, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale
Zeno D’Agostino, presidente di Assoporti,
Christina Prieser, Project Director Economics della Hamburg Port Consulting,
Steve Wray, Associate Director di WSP UK,
Francesco Parola, professore di Economia e Logistica all’Università di Genova,
Massimiliano Cozzani Marketing Director del terminal TDT di Livorno,
Tarik Maaouni dell’Associazione Nazionale dei Porti marocchini,
Danilo Ricci, General Manager del gruppo Tarros,
Chokri Lamiri,  Direttore del porto di Sousse (Tunisia) 
Houcine Jallouli, Direttore del porto di Rades (Tunisia).Inter

Post correlati

Terminal San Giorgio risponde ai sindacati: “Sicurezza dei lavoratori, valore assoluto”

La redazione di Corriere marittimo riceve e pubblica integralmente la lettera con cui la società terminalistica del porto di Genova, […]

Fedepiloti sostiene l’istituzione di un ministero del Mare

La Federazione Italiana Piloti dei Porti sostiene con forza l’appello inviato al Governo dal presidente dell’International Propeller Clubs Umberto Masucci […]

Masucci (International Propeller Clubs): “Un ministero del Mare a sostegno del cluster marittimo”

Dopo molti anni di “silenzio” da parte della politica, è giunto il momento di chiedere a gran voce l’istituzione di […]


Leggi articolo precedente:
Ignazio Messina
Ignazio Messina: “Guardiamo al futuro senza diventare schiavi della tecnologia”

di Lucia Nappi   GENOVA - Guardare al futuro ma senza diventare schiavi della tecnologia, non sostituire i posti di lavoro...

Chiudi