lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Mai più morti bianche, Livorno nella Giornata Nazionale della Salute e Sicurezza

Mai più morti bianche, Livorno nella Giornata Nazionale della Salute e Sicurezza

Domenica 28 aprile Livorno dice "No" alle morti sul lavoro. In programma presso la Terrazza Mascagni la Giornata Nazionale della Salute e Sicurezza sul Lavoro. La manifestazione targata "Italia Loves Sicurezza", si svolge nell'ambito della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno.

LIVORNO - La tragedia che ha colpito il porto e la città  di Livorno per l'incidente sul lavoro che ha portato alla morte dell'operaio, Vincenzo Langella, a bordo del traghetto Moby,  è avvenuta pochi giorni prima che a Livorno si celebrasse la Giornata Nazionale della Salute e Sicurezza sul Lavoro, in programma domenica 28 aprile alla Terrazza Mascagni. Una manifestazione per dire NO ai morti sul lavoro e per promuovere la cultura della sicurezza e della salute dei lavoratori.

L'iniziativa insieme alla regata velica "Italia Loves Sicurezza" che si disputa da oggi a domenica 28, fanno parte del programma della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno (23 aprile-1 maggio).Due eventi promossi da Italia Loves Sicurezza, "movimento di persone unite dalla stessa passione per salute e sicurezza" con l'obiettivo di diffondere una nuova cultura della sicurezza attraverso eventi non convenzionali. Ambassador del movimento a Livorno Claudia Cafferata e Francesca Cini, psicologhe e formatrici che da anni si occupano di salute e sicurezza.

Di tutto questo si era parlato anche, il 16 aprile scorso, durante l'incontro promosso dal Propeller Club Livorno focalizzato sulla sicurezza del lavoro in ambito portuale e, al quale avevano partecipato  i rappresentanti delle istituzioni e delle autorità marittime e portuali.

La celebrazione della Giornata Nazionale della Salute e Sicurezza  "doveva essere una Festa; l’avevamo pensata così” - fanno sapere in una nota Claudia Cafferata e Francesca Cini - "Abbiamo coinvolto le più importanti Istituzioni che operano a Livorno e che contribuiscono - ognuna con per le proprie competenze - a garantire la Sicurezza delle persone e dei luoghi di lavoro. Tutti si sono resi disponibili ad accogliere e supportare le varie iniziative: l’Accademia Navale, il Comune di Livorno, la Prefettura, la Questura, i Vigili del Fuoco, la Società Volontaria di Soccorso (SVS), ASL, INAIL, l’Autorità di Sistema Portuale, la Capitaneria di Porto”.
Alla luce dei nuovi eventi" -concludono le due psicologhe - "speriamo che l’evento del 28 aprile diventi un modo per costruire con Istituzioni, Autorità e Cittadini una cultura condivisa, che vada oltre il dovere di rispettare la norma e che non solo incida sulla testa delle persone, ma che tocchi il loro cuore."

Post correlati

La Foto / Genova, un tromba d’aria sul Terminal Sech

GENOVA- Una tromba d’aria si è abbattuta stamani sul porto di Genova. Fortunatamente non ha causato nessun danno o incidenti […]

Cagliari, Porto Industriale- I sindacati chiedono il Tavolo Interministeriale al MISE – Sit-in dei lavoratori

Porto Industriale di Cagliari – Subito il Tavolo Interministeriale presso il MISE”, la richiesta di Uiltrasporti e Cgil Filt – […]

Civitavecchia – Darsena Traghetti, è scontro su concessioni portuali, Integrazione Verticale e Autoproduzione

Un’interrogazione parlamentare -a firma dell’on. Pagani (PD) – per la Darsena Traghetti del porto di Civitavecchia – Si riaccende lo […]


Leggi articolo precedente:
Moby Kiss incidente sul lavoro porto Livorno morto operaio Vincenzo Langella
Livorno incidente in porto, la famiglia Onorato esprime profondo dolore

LIVORNO - Il Gruppo Onorato esprime profondo dolore in merito al grave incidente, intercorso nel porto di Livorno a bordo...

Chiudi