Gioia Tauro chiede all’Ue di parificare i 5 porti europei interessati dalla Direttiva ETS

Gioia Tauro, Agostinelli incontra una rappresentanza della politica nazionale ed europarlamentare - Ipotizzata un colloquio a Bruxelles tra i rappresentanti delle Autorità portuali interessate dalla direttiva ETS e il vicepresidente esecutivo per l’European Green Deal, Maroš Šefčovič.
Goia Tauro

GIOIA TAURO – Riunione tecnica nel porto di Gioia Tauro per discutere della direttiva europea 2023/959 ETS e per sollecitare  i rappresentanti della politica nazionale ed europarlamentare contro i rischi degli effetti distorsivi di tale misura nei settori strategici dei porti nazionali, principalmente di transhipment, e dei trasporti marittimi.

Dopo il flash mob della scorsa settimana, svolto al gate dello scalo gioiese, che ha visto l’adesione di tutte le rappresentanze delle istituzioni calabresi e delle imprese, il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, ha ricevuto nella sede dell’ente: l’europarlamentare Pina Picierno, vicepresidente del Parlamento Europeo, il senatore Nicola Irto, membro della Commissione Trasporti al Senato, e l’onorevole Enza Bruno Bossio.

“Gli effetti distorsivi della direttiva Ue interromperebbero lo sviluppo del nostro porto, che offre lavoro a circa 4000 lavoratori, tra dipendenti diretti e impiegati nell’indotto. A tale proposito – ha ribadito Agostinelli durante l’incontro – abbiamo inviato la nostra proposta al Governo, alla Regione Calabria e a tutte le Istituzioni competenti, compresa l’Unione Europea, che è quella di parificare i cinque porti europei, interessati dalla Direttiva Ue, che hanno caratteristiche di percentuali di trasbordo pari o superiori al 65%, ai porti nord africani che sono stati equiparati ai porti europei in funzione antielusiva”.

Picierno e  Irto hanno ipotizzato un eventuale incontro tra i rappresentanti delle autorità portuali con il vicepresidente esecutivo per l’European Green Deal, Maroš Šefčovič, a Bruxelles, per giungere alla definizione di una road map rapida per la concertazione tra tutti i porti europei, che si trovano nella stessa situazione. Su tale incontro il presidente Agostinelli ha dato la piena disponibilità a partecipare anche insieme ai colleghi presidenti delle Autorità portuali interessate.

LEGGI TUTTO
Marsiglia Fos sulla rotta del bunkeraggio per le navi a Lng

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC