lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Genova, Comitato di gestione: le concessioni tra le priorità

Genova, Comitato di gestione: le concessioni tra le priorità

Genova- “L’obiettivo del governo è di fare di Genova-Savona il principale sistema portuale italiano, questo vuol dire volumi e traffico, la scommessa è questa. Nei prossimi 2/3 mesi daremo una scossa significativa alle questioni in corso”. Con questa premessa Paolo Emilio Signorini presenta alla stampa i membri del Comitato di gestione dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale con sede a Genova. I nomi dei componenti del board sono: oltre naturalmente a Signorini, in qualità di presidente, Rino Canavese, vice presidente Cim spa Interporto di Novara, già presidente dell’Autorità portuale di Savona, Francesco Parola professore associato di Economia e gestione delle imprese marittime e portuali dell'Università di Genova e il sindaco del capoluogo ligure, Marco Doria, 

Sulla nomina del segretario generale durante l'incontro non arriìva alcuna anticipazione, secondo l’identikit tracciato da Signorini e fuori dal linguaggio istituzionale, è già stato individuato e si tratta di una persona gradita al MIT, alla Regione e agli operatori del porto e non è un romano. I tempi? “Tra un mese al massimo”, assicura il presidente dell’Authority.

l primi provvedimenti che il Comitato di gestione affronterà saranno di natura amministrativa: il bilancio come documento più importante, poi l’accelerazione sull’integrazione fra le due amministrazioni, questo porterà un sovraccarico di lavoro sottolinea Signorini. Sul fronte delle iniziative che coinvolgono gli operatori l'elenco delle priorità vede al primo posto in ordine di urgenza il rinnovo delle concessioni già esaminate dall’ex Autorità portuale di Genova, poi la sicurezza della torre piloti, l'arretrato delle concessioni pluriennali da deliberare (sia a Genova che Savona), sempre per Genova le procedure per le assegnazione dei bacini e la nuova Darsena. La designazione della Commissione di partenariato sarà prima del prossimo Comitato di gestione, infatti per l'approvazione del bilancio è necessario il parere del partenariato che non è vincolante dal punto di vista formale ma autorevole. Quindi la nomina di questo organo sarà a brevissimo termine, mancano solo due nominativi su tredici, quelli dei rappresentanti del trasporto e delle ferrovie.

Post correlati

Trasporti marittimi e crescita blu, connubio possibile? – Blue Sea Land, 23 ottobre

MAZARA DEL VALLO – “Trasporti marittimi e crescita blu, un connubio possibile?” E’ il titolo del webinar che si svolgerà […]

Blue Sea Land IX° edizione – Expo multiculturale della Blue Economy, 22 al 25 ottobre

MAZARA DEL VALLO – Blue Sea Land IX° edizione 2020 – Expo Multiculturale dei Cluster del Mediterraneo, dell’Africa e del […]

Trapani, escavo dei fondali per 67 milioni

Trapani attende il dragaggio dei fondali portuali. Opera che dovrebbe portare i fondali a 11 e 10 metri, dagli attuali […]


Leggi articolo precedente:
Palazzo Rosciano
Firmato il decreto, Stefano Corsini è presidente di Livorno e Piombino

LIVORNO - Il ministero delle Infrastrutture e Trasporti l’ha ufficializzato poche ore fa. Stefano Corsini è a tutti gli effetti...

Chiudi