Ports > Corso per operatore portuale, APM Terminals si impegna per almeno 20 assunzioni

Corso per operatore portuale, APM Terminals si impegna per almeno 20 assunzioni

Rivolto a 40 disoccupati, giovani e adulti, il corso è promosso da Regione Liguria nell’ambito della “Blue economy”-
 
VADO LIGURE (SAVONA)- Il corso, gratuito e rivolto a disoccupati, è organizzato da Is.for.coop e fa parte del programma di iniziative avviate dalla Regione Liguria nell’ambito della “Blue economy”. Il profilo è quello di “operatore polivalente di terminal portuale”.In concreto si traduce nella figura professionale che si occupa di carico, scarico, trasporto e stivaggio di container e merce varia all’interno del porto e nei magazzini portuali.
 
Di questo tipo di addetti c’è, e soprattutto ci sarà, un gran bisogno all’interno della piattaforma di Vado Ligure gestita da APM Terminals, ma attualmente mancano i lavoratori qualificati. Per questo motivo la Regione Liguria, per mezzo dell’agenzia per la formazione Is.for.coop, ha attivato un corso specifico nell’ambito dei finanziamenti per la Blue Economy.
 
Il corso, completamente gratuito, è rivolto a 40 disoccupati, giovani e adulti, in possesso di qualifica triennale, diploma di scuola secondaria superiore o laurea, conseguita sia con il vecchio che col nuovo ordinamento universitario. Il corso ha una durata di 600 ore, di cui 180 di stage: al suo termine, previsto nell’autunno 2018, APM Terminals si è impegnata ad assumere almeno il 50% di chi conseguirà la qualifica.

Post correlati

Civitavecchia, polemiche e veleni per la vicenda Angie – Port Utilities

di Lucia Nappi CIVITAVECCHIA – La vicenda Angie – Port Utilities fa riferimento alla revoca e decadenza delle concessioni dei […]

Civitavecchia, di Majo: Vicenda Engie–Port Utilities «Nessuna pressione»

Vicenda Engie–Port Utilities, una nota del presidente dell’Authority laziale, Francesco Maria di Majo chiarisce le motivazioni per le quali sono […]

Trieste sposta il Punto Franco a Bagnoli della Rosandra, nuova polo logistico e industriale

TRIESTE – Si rafforza l’area retroportuale di Trieste presso Bagnoli della Rosandra. Questa nuova area logistica, di proprietà dell’Interporto triestino, […]


Leggi articolo precedente:
Confetra: Soddisfazione per il rinnovo del contratto di settore

MILANO - Confetra, Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica, esprime soddisfazione per il rinnovo del CCNL di settore che era...

Chiudi