Container Terminal Vado Ligure, oggi il tavolo per scongiurare le tre giornate di sciopero

Vado Gateway

VADO LIGURE – Lo sciopero dei lavoratori del  Container Terminal di Vado Ligure, proclamato dalle sigle sindacali sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti per le giornate del 15-16 -17 gennaio è al centro del tavolo convocato per oggi pomeriggio, presso la sede di Savona dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Ligure Occidentale, dal segretario generale dell’ente, Paolo Piacenza.

Un tentativo di mediazione tra i rappresentanti dei sindacati, dell’azienda e dell’ Unione industriali di Savona per evitare il fermo del terminal.  Tra le richieste avanzate: “un adeguamento salariale necessario a contrastare l’aumento del costo della vita e l’impoverimento del potere di acquisto”-  e il tema delle commistioni di personale operativo con l’adiacente Reefer Terminal. Questioni per le quali specificavano nei giorni scorsi i sindacati – “Non sono state trovate disponibilità aziendali”.

I sindacati hanno fatto sapere la volontà di portare avanti lo sciopero programmato qualora non si arrivasse ad una intesa. Ad oggi i tentativi di raffreddamento portati avanti dall’AdSP, attraverso tavoli separati, non sono valsi a fare raggiungere un accordo tra le parti.

Leggi anche: Vado Gateway, tre giornate di sciopero dal 15 al 17 gennaio

LEGGI TUTTO
Spezia, incidente in porto - Auto finisce in mare muore il conducente, in salvo il passeggero

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC