Ports > I Babbo Natale in Sup sono arrivati nel porto di Ancona con i doni per l’Ospedale Salesi

I Babbo Natale in Sup sono arrivati nel porto di Ancona con i doni per l'Ospedale Salesi

ANCONA- Sono arrivati dal mare, sfidando la tempesta, perché i Babbi Natale non li ferma nessuno. Sui loro sup e canoe, dal Porto Antico sono sbarcati alla banchina 10, di fronte alla portella Santa Maria, per una staffetta simbolica fra mare e terra nel segno della solidarietà espressa da tutta la comunità portuale in questa manifestazione creata dalle associazioni Amici del porto antico e Stella Maris, insieme a Comune di Ancona, Capitaneria di porto di Ancona e Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale. 
 
I protagonisti della mattinata sono stati i “supisti” e i canoisti delle associazioni Spiaggia Bonetti, che ha regalato allo sbarco "aria di Portonovo", confezionata in barattolo per l'occasione, Lega Navale sez. Falconara Marittima, Ondanomala asd, Horizon 36 e Dadeladequa, con il supporto dei Vigili del fuoco volontari di Ancona. Fra loro anche Jacopo Bugatti, campione noto per aver compiuto in sup la traversata Croazia-Portonovo di Ancona. 
 
Ad attenderli, sulla banchina, c'erano i "colleghi" dell’associazione Marche Nordic Walking con il presidente dell'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri, e l'assessore al Porto del Comune di Ancona, Ida Simonella, per il passaggio di consegne di doni e dolci da portare all'Ospedale Salesi e ai cittadini per le vie del centro. Una delegazione composta dalle associazioni che hanno organizzato “Babbi Natale in sup”, della Capitaneria di porto, guidata dal capitano di vascello Luigi Piccioli, 
dall'assessore comunale ai Servizi sociali, Emma Capogrossi, dal presidente dell'Autorità di sistema Giampieri, accompagnati dalla presidente delle Patronesse del Salesi, Stefania Giacchè, ha poi visitato alcuni reparti dell'ospedale per la consegna dei doni, dolciumi, una piccola nave targata "Porto di Ancona" dell'Adsp e il diploma di “Capitano dell’anno”, ideato dalla Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ancona. L’iniziativa è stata promossa per dare rilevanza alla raccolta fondi che Stella Maris sta portando avanti fra tutti gli operatori del porto per sostenere i progetti di solidarietà a favore dell’Ospedale Salesi. La somma raccolta sarà devoluta dopo le festività natalizie.
 
Abbiamo accolto con entusiasmo il desiderio di realizzare questa iniziativa, partita da una proposta dell’associazionismo – ha commentato il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri -, una manifestazione che esprime il rinnovato senso di appartenenza di tutta la comunità portuale e che è anche un bellissimo segnale che conferma il riscoperto rapporto tra porto e città. Le associazioni protagoniste di questa giornata e tutte le imprese che stanno aderendo alla raccolta fondi dimostrano lo spirito di condivisione che nasce sia da un obiettivo benefico e di solidarietà sia dalla voglia di vivere e trasmettere lo spirito natalizio al porto integrandolo con le tante manifestazioni per il Natale della città di Ancona. E' stata una mattinata di gioia e di speranza per la quale dobbiamo ringraziare Stella Maris e gli Amici del porto antico, il Comune, tutte le associazioni sportive che hanno partecipato e i Vigili del fuoco volontari di Ancona, ma un grazie particolare va dato, oltre che alle Patronesse, ai medici, ai paramedici e a tutto il personale del Salesi, per la professionalità e la passione che mettono tutti i giorni nella cura dei piccoli pazienti".

Post correlati

Genova sciopero tir in porto: Il prefetto convoca le parti

GENOVA– Stamani per le ore 11,00 il prefetto di Genova, Fiamma Spena, ha convocato con carattere di urgenza, il tavolo di […]

Genova sciopero Tir: Gallo CGIL, “Al Tavolo troppi soggetti, hanno fatto il lavoro senza di noi”

di Lucia Nappi GENOVA – Le agitazioni e il blocco degli autisti dell’autotrasporto nel porto di Genova è iniziato ieri […]

Livorno, sei condanne per la morte di un operaio in porto otto anni fa

Concluso il processo di primo grado per la morte in porto a Livorno, dell’operaio della cooperativa Ma. Ris. di La […]


Leggi articolo precedente:
Decreti attuativi e progetti tra gli obiettivi di Ucina

   GENOVA - Carla Demaria, presidente di UCINA, in una serie di interviste rilasciate nei giorni scorsi, ha ringraziato pubblicamente il ministro Graziano...

Chiudi