lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > VIDEO – Gasselin (Sogemar): Sbarca in Italia driveMybox, piattaforma per il trasporto container su strada

VIDEO - Gasselin (Sogemar): Sbarca in Italia driveMybox, piattaforma per il trasporto container su strada

Matthieu Gasselin, CEO di Sogemar spa (gruppo Contship) presenta la nuova Start up "driveMybox" dedicata al mondo dei container su trasporto stradale. 

Lucia Nappi

MILANO - Una piattaforma digitale per la prenotazione, gestione e monitoraggio di trasporti container su gomma, come risposta alla richiesta crescente e sempre più sofisticata della digitalizzazione del sistema logistico.
E’ questa driveMybox la start up lanciata da Sogemar spa, gruppo Contship Italia, azienda specializzata nell'Intermodalità e nella Logistica, piattaforma che unisce in modo mirato domanda e offerta di spedizioni via strada di box-container.

A spiegare quali siano le funzionalità e gli obiettivi di drivemyBox interviene Matthieu Gasselin, CEO di Sogermar, sentito da Corriere marittimo a margine del Forum milanese "Shipping Forwarding & Logistics meet Industry" svolto presso Assolombarda.

VAI ALLA VIDEO INTERVISTA

Di cosa si tratta?

«driveMybox, la nuova start up del Gruppo Contship è la prima piattaforma digitale di trasporto su gomma dei container, dedicata al mondo dei container su trasporto stradale. Una piattaforma che nasce nel 2020 in Germania da una nostra società sorella, Eurogate, noi abbiamo deciso di svilupparla per l’Italia, visto che l'Italia è un mercato enorme per il mondo dei container. Questo è il progetto».

Quali le attese?

«Sono tante, stiamo affrontando il mondo della carenza di autisti, l’obiettivo della piattaforma è di attrarre giovani e meno giovani autisti a lavorare sul mondo del trasporto di container ma con uno strumento digitale. Quindi evitare le lunghe attività per predisporre la documentazione cartacea, lavorare con una app e soprattutto che permette di guadagnare soldi. Questo è l’obiettivo principale.
Perchè la piattaforma tutela tutti i fornitori nella redditività del trasporto. Cioè calcola il costo del trasporto reale, aggiunge il margine dell’autotrasportatore e questo diventa il costo reale. Non è una piattaforma che va al ribasso o fa delle aste, ma il costo è quello che è, poi se i clienti sono disposti a pagare per questo lo vedremo. Noi pensiamo di si».

Un obiettivo alto, dal momento che l’appeal della professione di autisti  di camion oggi è molto peggiorato

«Si, oggi si dimentica spesso che il trasporto dei container permette agli italiani di mangiare, vestirsi, fare tante cose. Purtoppo coloro che svolgono questa professione vengono considerati, dico sempre, come degli schiavi e l’ultimo anello della catena. Perchè devono supportare tutti i costi e le inefficienze, mentre dovrebbe essere un mestiere in grado di dare onore a chi lo svolge. Noi come driveMybox e come gruppo Contship, vogliamo andare incontro a questa filosofia. Pensiamo che tutti gli autisti debbano avere un mestiere che gli permetta di vivere correttamente, di svilupparsi professionalmente e soprattutto di partecipare alla crescita del Paese. E’ questa l’ambizione della piattaforma».

Post correlati

Carlo De Ruvo alla guida di Confetra per il prossimo triennio

ROMA – Cambiano i vertici di Confetra – Carlo De Ruvo sarà, per il prossimo triennio, il nuovo presidente della […]

Alis on Tour: “Marebonus, facciamo i conti e capiamo quanto conviene all’Italia”

Terzo appuntamento di “ALIS ON TOUR. L’Italia in movimento alla scoperta del Mezzogiorno” tenutosi presso la Masseria Li Reni di […]

A Livorno il Forum: “Transizione ecologica e automotive”, ricadute su lavoro e imprese

“La transizione ecologica del settore automotive” è il tema del forum che si svolge a Livorno, dal 7 all’8 giugno, […]


Leggi articolo precedente:
SF&LmI
Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry: Conclusa con successo, oltre 4000 partecipanti

Si è conclusa con oltre 4.000 partecipanti la VI edizione di Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry. Milano - Si è conclusa...

Chiudi