Piero Neri alla guida di Confindustria Livorno Massa Carrara, vice presidente Matteo Venturi

Il Consiglio Generale di Confindustria Livorno Massa Carrara ha nominato la squadra che guiderà l’Associazione per il mandato 2020-2024.

Piero Neri, presidente e amministratore delegato del Gruppo F.lli Neri, è stato eletto alla guida di Confindustria Livorno Massa Carrara per il mandato 2020-2024, designato all’unanimità dal Consiglio Generale riunitosi oggi. Matteo VenturiIl Consiglio ha provveduto anche all’elezione del vice presidente vicario e presidente della Delegazione di Massa Carrara, è stato nominato Matteo Venturi, di Venturi Impianti Srl.  La squadra dei vicepresidenti inoltre è composta da Fabrizio Loddo (Eni Raffineria di Livorno), Riccardo Grilli (Jsw Steel Italy Piombino) e Massimiliano Turci (Baker Hughes – Nuovo Pignone).

“La pandemia Covid-19, che ha colpito pesantemente il nostro Paese e che tuttora, seppure con minore intensità, sta continuando a minacciare la nostra salute, e a condizionare la vita sociale e le attività delle nostre aziende ci ha fatto piombare nella peggiore crisi economica da 100 anni – ha dichiarato il neo presidente Piero Neri – Occorre ora uno sforzo corale di tutti, governo, classe politica, lavoratori pubblici e privati, imprenditori per rimettere in moto il Paese e ricostruire l’Italia. Come Confindustria Livorno Massa Carrara saremo quindi obbligati a sostenere una doppia sfida. La prima ci vedrà impegnati, con grande determinazione, sui temi “storici” in continuità con il precedente mandato: l’adeguamento dell’Aurelia a Superstrada da Rosignano a Tarquinia, il completamento delle Infrastrutture materiali e immateriali per i porti di Piombino, Elba, Livorno e Marina di Carrara, oltre che l’ammodernamento di strade e ferrovie, la realizzazione di un’adeguata impiantistica per la gestione dei rifiuti speciali e soprattutto la definizione delle bonifiche dei siti SIN e SIR. La seconda sfida è del tutto inedita per le Associazioni di Rappresentanza, che consiste nel riuscire ad orientarci tra gli scenari di breve e medio periodo post Covid-19 che ci vengono proposti, per perimetrarli al territorio ed alle attività che rappresentiamo; considerando l’integrazione tra manifattura e logistica un asset vincente e cercando di individuare le modalità per una sistematica politica di attrazione. Sono sfide impegnative per le quali occorre coraggio, determinazione, collaborazione. Ringrazio tutti per la fiducia e la stima che mi è stata manifestata, e sono certo che potremo gestire i cambiamenti ai quali dovranno adeguarsi le nostre imprese, utilizzando un forte spirito di squadra e la collegialità nelle decisioni.”

LEGGI TUTTO
Uggè: Autotrasporto, il Governo non garantisce le condizioni per la ripartenza

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC