Nicolini, “La Logistica si sieda al centro del Governo” – Agorà Confetra

Confetra Agorà

“A livello politico non sanno che siamo secondi solo all’industria manifatturiera” – La Logistica si sieda al centro del governo” –  Questo è l’auspicio con cui il presidente di Confetra, Guido Nicolini, ha concluso l’Assemblea Nazionale Agorà Confetra 2019 che ha riunito a Roma il mondo della logistica nazionale.

Lucia Nappi

ROMA –Noi rappresentiamo il 9% del PIL nazionale, non ne sono a conoscenza i politici, non lo sa l’opinione pubblica” – Questo il nodo da sciogliere espresso dal presidente di Confetra, Guido Nicolini, durante l’Assemble Nazionale Agorà Confetra 2019, svolta a Roma presso sala del Tempio di Adriano.

L’incontro ha visto riunito il mondo della logistica nazionale che in Confetra si esprime con cifre ben chiare: 108 mila imprese, 85 miliardi di valore e 800 mila addetti, e che appunto rappresentano quel 9% del PIL nazionale. “A livello politico- spiega Nicolini a margine dell’Assemblea (VIDEO)- non sanno che siamo secondi solo all’industria manifatturiera. Quindi un grosso sforzo che dovremo fare noi, sarà quello di fare in modo che l’opinione pubblica sappia chi siamo chi rappresentiamo”- l’esempio chiarisce il significato: “Una penna se arriva in Italia e se va in un ufficio o su un tavolo, ha bisogno di trasporto, perchè la penna può essere fatta parte in Cina, parte negli Stati Uniti e parte in Italia, quindi deve essere composta ed essere trasportata

Dall’Assemblea quindi la richiesta al mondo politico: che “il Paese, a partire dal Governo – spiega il presidente di Confetra – “maturi finalmente la consapevolezza di quale sia la posta in gioco, metta a fuoco una vision, e poi operi scelte coerenti per realizzare i propri obiettivi. Niente di più di ciò che fanno in Europa- Francia, Germania, Olanda, che attorno al valore strategico di porti, del trasporto ferroviario, delle infrastrutture di rete, degli inland terminal, delle relazioni commerciali, del cargo aereo. In una parola della logistica – costruiscono una parte fondamentale delle propie vocazioni economico produttive.” 

LEGGI TUTTO
Trasporto container, accordo tra driveMybox e Go. Trans

UN NUOVO MONDO, QUALE LA COLLOCAZIONE DELL’ITALIA?
Il presidente di Confetra nella relazione introduttiva spiega pertanto il delinearsi di un Nuovo Mondo, nel quale si stanno ridefinendo i rapporti di forza che vedono nella logistica l’elemento cardine. Finita l’era della globalizzazione, a cui eravamo abituati nei lunghi decenni precedenti, si determinano oggi nuovi fenomeni politici, economici finanziari. La Via della Seta, la Rotta Artica, l’area africana di libero scambio, dove la Cina gioca un ruolo di investimento massiccio. Il rischio è che questi nuovi contesti rendano obsolete interconnessioni logistiche per le quali il nostro paese sta ancora arrancando: Terzo Valico e Corridoio Genova -Rotterdam.

Si creano nel mondo le nuove alleanze geopolitiche che vedono due grandi schieramenti. Da un lato la Cina, prima potenza del mondo, l’Olanda e la Francia in contrapposizione con gli interessi rappresentati dallo schiedamento di USA, Giappone, Australia India.

In tutto ciò l’Italia dove è collocata? – E noi? – chiede Nicolini rivolto alla platea – “parliamo solo di migranti, o vogliamo darci una strategia logistica che ci posizioni nel mondo Nuovo in maniera dinamica e competitiva?”. Nicolini conclude quindi con un auspicio:  “che la Logistica si sieda al centro del governo“.

Sono intervenuti all’incontro: Nando Pagnoncelli, Federico Rampini, Olaf Merk, Ennio Cascetta, Luigi Scordamaglia, Mario Zini.

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC