lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Neri (Confindustria Li): Lo sviluppo della costa passa dal Lotto Zero, “

Neri (Confindustria Li): Lo sviluppo della costa passa dal Lotto Zero, "

Interviene Piero Neri, presidente di Confindustria Livorno Massa Carrara, "Il progetto della reindustrializzazione della fascia costiera della nostra regione ha urgente necessità di precondizioni".

LIVORNO - Pubblichiamo integralmente una analisi del presidente di Confindustria Livorno Massa Carrara, Piero Neri, in merito al grave gap autostradale che caratterizza la costa toscana a partire da Livorno. In particolare il presidente di Confindustria interviene sul progetto Lotto ZERO di cui si parla da molti decenni, ma mai realizzati. Si tratta del collegamento stradale Livorno Sud-Chioma, un tracciato di 6,5 chilometri di cui 4,7 in galleria, un’infrastruttura strategica, che porterebbe lavoro immediato sulla provincia di Livorno e sulla costa con riflessi importanti per il turismo e per l'ambientale.

«I riflettori sulla carenza delle nostre infrastrutture si sono riaccesi, grazie alla campagna con cui "Il Tirreno" sin dall'esordio della nuova redazione sta ripercorrendo, una per una, le lacune dei collegamenti, specialmente quelli stradali, come il tracciato accidentato della FI-PI-LI, l'autostrada A12 mai finita, insieme alle vicende relative alla portualità ed alla gestione dei rifiuti, che rappresentano tutti asset indispensabili per la nostra economia.
In questa utile carrellata del direttore Bruno Tamburini, dopo anni di oblio, è tornato di attualità il progetto del Lotto Zero. Tutti ne sostengono la necessità, compresa l'ANAS, tanto vero che il progetto esiste mancano soltanto i finanziamenti, ma nulla fino ad oggi si è mosso! Bene ha fatto, quindi, il sindaco Salvetti a riproporre la realizzazione di quest'opera che da decenni rimbalza sui tavoli istituzionali, senza riuscire a prendere forma.
In effetti questa potrebbe essere la volta buona, tenuto anche conto del mancato completamento dell'autostrada A12 ridotta ad autostradina. Inoltre è di queste ore l'emanazione del bando per il primo lotto della SS 398, anch'essa agognata da decenni. Insomma il nuovo anno potrebbe portarci finalmente la realizzazione delle infrastrutture indispensabili per lo sviluppo. Inutile continuare a parlare di sviluppo e competitività se i collegamenti stradali e ferroviari della costa toscana restano quelli attuali!

Il progetto della reindustrializzazione della fascia costiera della nostra regione ha urgente necessità di precondizioni, prima fra tutte lo spostamento del traffico pesante dalla strada panoramica all'entro terra. Quindi, alla proposta del Sindaco non mancherà il supporto di Confindustria, anche attraverso le proprie articolazioni nazionali, per fare in modo che i progetti del Recovery fund comprendano anche la modernizzazione della viabilità per avviare quella ripresa per cui ci battiamo e continueremo a batterci affinchè il sistema produttivo della costa acquisisca il ruolo che merita.

Post correlati

Conftrasporto: “Burocrazia e tasse frenano sviluppo e competitività di trasporti e logistica”

ROMA – “Le sfide per la crescita: il futuro dei trasporti e della logistica tra la svolta sostenibile e nuove […]

Fedespedi – La digitalizzazione logistica e il PNRR, quale lo stato di avanzamento dei progetti

La digitalizzazione logistica nel quadro delle riforme e degli investimenti previsti dal PNRR – Convegno promosso da Fedespedi il 26 […]

Alis e Veronafiere annunciano la seconda edizione di LetExpo 2023

VERONA – Torna LetExpo 2023 (www.letexpo.it) in calendario, quest’anno, da mercoledì 8 a sabato 11 marzo, “la più grande fiera […]