lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > Logistica, Confetra: PNRR, gli incontri del governo con le parti sociali

Logistica, Confetra: PNRR, gli incontri del governo con le parti sociali

Da lunedì prossimo partiranno gli incontri tra le parti sociali ed il governo. La ministra Paola De Micheli, Infrastrutture e Trasporti, si confronterà con le principali Organizzazioni di rappresentanza sul ‘capitolo Infrastrutture e logistica’ del Recovery Fund nazionale, per le osservazioni su Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Il presidente di Confetra, Guido Nicolini ha dichiarato: “E’ un bene che dopo questa caotica settimana politico-istituzionale, si torni a ragionare di temi concreti che riguardano il futuro delle imprese e del Paese. Oltre il 15% delle risorse stanziate con il PNRR sono dedicate alla logistica e alle infrastrutture. Per la precisione 37 miliardi, di cui oltre il 10% (3,7miliardi) all’intermodalità e alla logistica. Le azioni specifiche, contenute in questa ultima parte, sono già state oggetto di confronto con le Parti Sociali fin dagli Stati Generali di Villa Pamphili dello scorso giugno. Sostegno al trasporto ferroviario, riduzione delle emissioni nocive generate dal trasporto merci, implementazione della portualità green, digitalizzazione della supply chain, connessioni di ultimo miglio sono le priorità che Confetra ha sempre sostenuto e che ritroviamo nel Documento. Certo, come ripetuto molte volte, sono indispensabili una serie di azioni volte anche ad irrobustire il tessuto imprenditoriale dell’industry logistica nazionale. Al netto di ciò che attiene al MIT, siamo convinti che tutto il capitolo dedicato dal Piano agli strumenti di politica industriale -digital trasformation, misure per la patrimonializzazione, sostegno all’internazionalizzazione, formazione life long learning, aggregazioni e consolidamento delle imprese - sia altrettanto decisivo per consentire alle nostre aziende un serio e stabile supporto al non più rinviabile processo di crescita e sviluppo del settore. Tutta la strategia del PNRR, va letta in maniera integrata con l’auspicato avvio dei cantieri, l’attuazione di Italia Veloce e del DL Semplificazioni, con l’aggiornamento dei Contratti di Programma di RFI e ANAS, con il nuovo Piano industriale di Alitalia, con gli incentivi allo shift modale, irrobustiti dagli ultimi Provvedimenti assunti da Governo e Parlamento per fronteggiare l’emergenza Covid”.

Il presidente Nicolini ha pertanto concluso - "Mi pare che ci siano tutte le condizioni affinché il Settore della logistica e dei trasporti, possa davvero svolgere il ruolo centrale di sistema arterioso dell’economia reale, come da tempo la nostra organizzazione rivendica. Sottoporremo al Governo ed alla Ministra, tuttavia, la necessità che si apra una specifica riflessione su logistica e infrastrutture nel Mezzogiorno del Paese”.

Post correlati

Conftrasporto, le politiche EU su Trasporti e logistica, comprendano le imprese italiane

ROMA – Interviene Conftrasporto-Confcommercio sul tema delle politiche europee in ambito di Trasprti e Logistica:  “Siamo arrivati al punto di […]

Assemblea Fedespedi, il mondo che cambia – Digitalizzazione, sostenibilità e nuove competenze –

VENEZIA – Si è svolta a Venezia l’Assemblea Pubblica di Fedespedi, la Federazione nazionale delle Imprese di Spedizioni internazionali dal […]

Automotive, in crisi da tre anni – La guerra in Ucraina si è abbattuta su tutta la filiera

BRUXELLES –  Logistica dei veicoli finiti in Europa, camion e auto, la crisi di tutta la filiera negli ultimi tre […]


Leggi articolo precedente:
Piloti porto
Fedepiloti sostiene l’istituzione di un ministero del Mare

La Federazione Italiana Piloti dei Porti sostiene con forza l’appello inviato al Governo dal presidente dell’International Propeller Clubs Umberto Masucci...

Chiudi