Emergenza neve/ Confindustria Livorno e Massa Carrara: Le imprese italiane penalizzate

Blocco autotrasporto Emergenza neve
LA DENUNCIA/ Confindustria Livorno e Massa Carrara – Blocco  circolazione per i Tir, ancora una volta penalizzate anacronisticamente le imprese ed il sistema della produzione italiano.
 
LIVORNO – Un’altra voce nel coro delle associazione e delle imprese nell’ambito dei trasporti ad esprimere le forti lamentele e denunce per i provvedimenti di divieto alla circolazione dei mezzi pesanti che alcuni Prefetti hanno disposto a causa delle condizioni meteo.
E’ la volta di Confindustria Livorno e Massa Carrara con le dichiarazioni del referente dell’autotrasporto Marco Baggiani, a denunciare un sistema delle ordinanze dei prefetti anacronistico. 
 
“Una pratica che si ripete ancora una volta e che appare ormai anacronistica sia nelle modalità sia nella rispondenza alle effettive condizioni della viabilità ed alle caratteristiche tecniche dei mezzi circolanti.
 
La Legge già obbliga chiunque – non solo i mezzi pesanti – a dotarsi nel periodo invernale di idonei equipaggiamenti atti a fronteggiare queste situazioni. Non è pertanto concepibile come si possa obbligare le imprese di autotrasporto a sostenere ingentissimi investimenti per dotare i propri mezzi di equipaggiamenti omologati e, allo stesso tempo, bloccare la circolazione proprio quando le condizioni meteo richiedono gli equipaggiamenti adeguati.
Il sistema delle Ordinanze risulta anacronistico sia per la tempistica di diramazione con successiva revoca dei provvedimenti sia per l’autonomia con la quale gli apparati pubblici possono agire.
 
L’ ANITA (l’Associazione dell’Autotrasporto di Confindustria) chiede da tempo l’abolizione del Comitato Neve e, in alternativa, un intervento governativo che garantisca anche in caso di maltempo la libera circolazione dei mezzi.
“Non è con i divieti e i blocchi che si risolvono i problemi, ma garantendo al Paese infrastrutture e gestione delle stesse adeguate per affrontare basse temperature e nevicate, soprattutto quando – come in questo caso – ampiamente previste.  E’ indubbio che garantire la mobilità delle merci e delle persone è condizione essenziale per un Paese moderno e per la sopravvivenza stessa delle imprese di autotrasporto” – ha dichiarato Baggiani.
LEGGI TUTTO
Gruppo Contship Italia, calo dell'1,3% nel 2017

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC