Conftraspoprto: “Libera circolazione in UE e tempi ragionevoli per la transizione green”

Tir green

“Positiva l’azione del ministro Salvini sul caso Austria e sulla tutela delle imprese italiane. Che non sono certamente contrarie a interventi a favore della decarbonizzazione, ma chiedono tempo e l’applicazione del principio della neutralità tecnologica”.

Così il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, su due temi al centro delle dichiarazioni del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: le limitazioni ai Tir da parte dell’Austria e la messa al bando dei motori termici dal 2035.

“La presa di posizione che Matteo Salvini ha assunto anche in veste di vicepresidente del Consiglio, non può restare senza risposta – prosegue Uggè – Il tema è chiaro: è in atto da troppo tempo, grazie anche al disinteresse di chi lo ha preceduto a guida del dicastero, un’azione di concorrenza sleale e di mancato rispetto dei principi europei da parte di un Paese membro”.

“Fai/Conftrasporto è pronta e lo ha dimostrato con l’azione legale, che proseguirà, a schierarsi a sostegno della battaglia di libertà e del rispetto delle regole che il governo italiano sta finalmente e concretamente portando avanti. Per essere molto chiaro siamo pronti se qualcuno mantiene dei comportamenti da ‘brigante’ ad applicare il principio ricordato dal presidente Pertini: A brigante si risponde con brigante e mezzo”, conclude il presidente di Conftrasporto.

LEGGI TUTTO
Connessi o disconnessi? Industria, logistica, lavoro. Sfide del mondo post Covid -Confetra Assemblea Annuale

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC