lorenziniterminal
grimaldi
Logistic & Transport > AITI: Considerare la Logistica del trasloco tra le attività di spicco della logistica

AITI: Considerare la Logistica del trasloco tra le attività di spicco della logistica

Presidente Associazione Imprese Traslocatori Italiani (AITI) Nicla Caradonna: “Oggi con la nostra professionalità siamo parte integrante della logistica"

“Parliamo per la prima volta di logistica nell’ambito del trasloco e mi preme sottolineare che la parola logistica contemplata nel titolo del nostro convegno è da intendersi nel significato più ampio del termine. Questo perché non esiste una definizione di logistica che rimanga immutata nel tempo. Così come cambiano i sistemi produttivi, cambiano anche i sistemi logistici e con essi lo stesso significato di logistica”.

Così Nicla Caradonna, presidente di Aiti (Associazione Imprese Traslocatori Italiani), ha introdotto nei giorni scorsi il convegno nazionale della categoria sul tema ‘La logistica del trasloco: storia, evoluzione e ripartenza’. “Ma se dovessimo considerare che le attività di spicco della logistica sono essenzialmente il trasporto e l’attività di deposito come si può affermare che non ci sia della logistica anche nelle operazioni di trasloco? Tutto ciò per sottolineare ancor di più quanto complessa e variegata e al tempo stesso, altamente professionale sia l’attività posta in essere dal traslocatore” ha aggiunto Caradonna.

Riguardo al PNRR, la presidente di Aiti ha commentato che “Ci piace pensare che il Piano nazionale di ripresa e resilienza non debba essere soltanto quella pioggia indistinta di risorse che arriva sui territori, ma che debba rappresentare una visione di Paese, come il presidente Draghi ha in più occasioni sottolineato, all’interno della quale devono cambiare anche i nostri paradigmi culturali”. Nel suo intervento, il presidente di Confetra, Guido Nicolini, ha sottolineato la necessità di una stretta concertazione tra Governo e associazioni di rappresentanza, per dare sostanza e celere applicazione delle risorse previste dal PNRR per infrastrutture e logistica.

Il dibattito dell’assemblea si è incentrato sul riconoscimento della professione del traslocatore al quale ha preso parte il presidente del Comitato Centrale dell'Albo dell'Autotrasporto Enrico Finocchi e con la presentazione di: “Analisi ed evoluzione del settore trasloco”, Studio a cura di Alessandro Testa - Business Coach Formatore Consulente.

A seguire si è dialogato sull'importanza dell'uniformità della documentazione doganale con Rosanna Lanuzza, Direttore Ufficio Regimi e Procedure Doganali Direzione Dogane ADM. I lavori della parte istituzionale sono stati conclusi dal video-intervento della Presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati Raffaella Paita, che si è dichiarata disponibile per un ragionamento comune su come si possa, nel prossimo futuro, migliorare le attività di trasloco anche attraverso interventi di semplificazione delle procedure.

Al convegno ha preso parte il presidente della FEDEMAC, la Federazione Europea dei Traslocatori, Bertil Durieux che ha illustrato i nuovi progetti della Federazione. Benedetto Fanelli (Dottore Commercialista, revisore dei conti, analista finanziario) ha illustrato alla platea le opportunità e gli incentivi di Stato per le aziende di trasloco e Industria 4.0.

Post correlati

Nuovo servizio intermodale di Metrocargo Italia per 12mila tonn. di barbabietole

Metrocargo Italia operatore di trasporto multimodale che collega quotidianamente l’Italia alla Francia attraverso Ventimiglia, ha annunciato il nuovo servizio multimodale […]

La Spagna verso il divieto di carico/scarico merci per gli autisti di Tir

Il mancato rispetto della normativa comporterà  il rischio di sanzioni  fino a 4.600 euro. MADRID– Con regio decreto-legge approvato nel […]

Nel porto di Livorno cresce il traffico ferroviario +56,2% nel primo semestre 2022

LIVORNO – Forte crescita del traffico ferroviario nel porto di Livorno che chiude il primo semestre 2022 con un incremento […]


Leggi articolo precedente:
ministro Orlando
Lavoro agile, accordo tra governo e parti sociali, ecco le nuove regole – Confetra, aderisce al Protocollo nazionale

ROMA -  Siglato l'accordo tra governo e parti sociali sulle nuove regole sul lavoro agile nel settore privato. Il Protocollo...

Chiudi