lorenziniterminal
grimaldi
Environment > Città portuali verso un’economia a basse emissioni di carbonio – Convegno a Livorno, progetto Passage

Città portuali verso un’economia a basse emissioni di carbonio - Convegno a Livorno, progetto Passage

Livorno, città portuale, riflette su come lo sviluppo economico possa essere compatibile con la sostenibilità ambientale nel convegno, dal 10 al 12 settembre, presso la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno - Sala Capraia (Piazza del Municipio 48). Durante la tre giorni si incontrano i partner internazionali del progetto PASSAGE (Programma Interreg Europe) di Francia, Regno Unito, Grecia, Albania, Finlandia, Estonia e Danimarca al fine di aprire un confronto sulle attività realizzate nelle aree marittime coinvolte dal progetto e per  favorire la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

Alcuni importanti contributi da segnalare: ieri  l’intervento di Filippo Corsini e Natalia Marzia Gusmerotti della Scuola superiore S.Anna; Stamani alle ore 9,00  quello di Barbara Bonciani, assessore del Comune di Livorno con deleghe al porto, all’innovazione e alla cooperazione internazionale.

Nell'ambito calendario in programma domani l'Autorità di Sistema Portuale dell’Alto Tirreno presenta il I° Rapporto sulla Carbon Footprint Digitalizzazione e sostenibilità ambientale. Il documento calcola il totale delle emissioni di CO2 prodotte dalle attività connesse ai trasporti marittimi di competenza dell’AdSP.

L'Autorità portuale fa sapere che l’elaborazione del rapporto è stata possibile grazie alla ridefinizione e allo sviluppo di una nuova architettura digitale del sistema portuale dell’Alto Tirreno, sulla quale convergono informazioni e dati provenienti sia da set di servizi digitali diversi (Port Community System; Rete Nazionale AIS del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, etc.) sia da apposite reti di sensori disseminate nei punti rilevanti.

Durante i convegno verranno pertanto presentati ed illustrati i dati raccolti ed elaborati secondo le linee guida IMO (International Maritime Organisation) attraverso gli strumenti denominati “Port Emissions Toolkit”, che garantiscono la standardizzazione delle metodologie di raccolta delle informazioni, di analisi e determinazione della Carbon Footprint.

Il convegno è l’ultimo appuntamento prima della conferenza finale che si terrà a novembre nel Dipartimento di Pas de Calais (Francia).

Post correlati

Federagenti, Duci: Allarme Bocche di Bonifacio – Acciaro, obbligo misure preventive, pilotaggio a bordo

Federagenti, Duci: “Allarme sul rischio Bocche di Bonifacio” – Una delle zone marine protette più belle del mondo messa a […]

Bocche di Bonifacio, nave si incaglia sugli scogli – Ennesimo incidente, necessario il pilotaggio marittimo

SANTA TERESA –  Nuovo incidente alle Bocche di Bonifacio “Area Marina Particolarmente Sensibile”  – Stamani verso le 3 la nave […]

Allarme inquinamento / Savona, spiaggia e mare invasi da sostanza biancastra

FINALE LIGURE (SAVONA)  – Allarme inquinamento sulle coste di Finale Ligure,  una sostanza biancastra formata da grumi è visibile, da […]


Leggi articolo precedente:
Gian Enzo Duci presidente Federagenti
Federagenti, Duci a difesa dei presidenti di Autorità portuale

Decapitata anche Ravenna. Sistema portuale travolto dalle inchieste - Duci (Federagenti): “Solo martiri designati possono accettare la presidenza di un...

Chiudi