lorenziniterminal
grimaldi
Cruise & Ferries > Moby e Tirrenia per la valorizzazione dell’Acquario di Cala Gonone

Moby e Tirrenia per la valorizzazione dell'Acquario di Cala Gonone

Cala Gonone – Da quest'anno le navi di Moby e Tirrenia hanno a bordo la figura del “care manager”, che vigila sul mantenimento delle distanze e su tutti gli aspetti del viaggio, assicurando assistenza ai passeggeri dal momento dell’imbarco a quello dello sbarco. Inoltre il Gruppo Onorato informa che per valorizzare il territorio, le bellezze e le attrazioni turistiche della Sardegna è stato siglato l'accordo con l’Acquario di Cala Gonone cheriserva il 20% di sconto su tutte le tariffe ai visitatori che sceglieranno di arrivare in Sardegna viaggiando con le due compagnie del Gruppo Onorato Armatori.

L’Acquario di Cala Gonone, che il 10 luglio 2020 ha festeggiato il decimo anniversario di attività, è una struttura moderna, dalle linee pulite, perfettamente inserita nel paesaggio grazie alla scelta dei materiali lapidei locali e ad un progetto firmato da architetti di fama internazionale.
Il percorso espositivo, composto da 25 vasche, per un totale di circa 450.000 litri d’acqua, con oltre 300 specie marine e d’acqua dolce ospitate, ha come obiettivo la conoscenza dei diversi ecosistemi acquatici e la sensibilizzazione sui temi della salvaguardia dell’ambiente.

Dopo il periodo primaverile di chiusura forzata, dovuta alla pandemia, l’Acquario ha riaperto al pubblico in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle normative di contrasto al Covid-19.
E le novità di quest’anno creano tutti i presupposti per una ripresa alla grande della stagione: la tartaruga alligatore, da poco ospitata in struttura e il rientro nella grande vasca pelagica di Ugo Il Tartarugo, l’esemplare di Caretta caretta cieco arrivato in Acquario nel 2014.
La temibile tartaruga alligatore è un animale con una storia difficile alle spalle, esposta per anni al pubblico in una struttura priva delle necessarie autorizzazioni e poi tenuta in custodia per 6 anni dal CREeS di Oristano, il cui staff se ne è preso cura. L’Acquario l’ha accolta ricreando per lei un habitat adeguato alle sue esigenze.
Ugo il tartarugo è un esemplare di Caretta caretta, diventato cieco in seguito ad uno spiaggiamento dovuto, probabilmente, ad ingestione di rifiuti. Ospitato dal 2014 nella grande vasca pelagica dell’Acquario, era stato spostato per alcuni mesi nello stabulario della struttura, per delle cure dovute ad un’infezione polmonare. Pochi giorni fa, in seguito alla sua guarigione, è stato reintrodotto nuovamente nella grande vasca del mare aperto, per la gioia dei tanti followers che hanno seguito passo passo il cammino di guarigione di Ugo.
L’Acquario di Cala Gonone è anche giardino zoologico, per questo motivo, da settembre 2017 ospita un esemplare di Vulpes vulpes ichnusae, affidato allo staff dell’Acquario su decisione del Ministero dell’Ambiente e della Regione Sardegna. La dolcissima volpina Rosa Fumetta, conosciuta per essere stata salvata dal Corpo Forestale durante un incendio boschivo ad Oristano, curata dalla dottoressa Pais nella Clinica Veterinaria Due Mari, è un’ambasciatrice delle vittime da incendio boschivo e contribuisce a sensibilizzare il visitatore su questo grave tema.

Post correlati

Spezia, nuovo Molo crociere su Calata Paita partita la 2° fase della gara

Partita la seconda fase della gara per il nuovo Molo crociere su Calata Paita. Privilegiate le proposte in grado di […]

Ok dell’ESA a Grimaldi per l’ormeggio assistito tramite satellite

NAPOLI– L’Agenzia spaziale europea (Esa)  ha assegnato  al Gruppo Grimaldi la sperimentazione di  un sistema di ormeggio assistito, tramite collegamento […]

MSC Crociere, in Qatar il battesimo di MSC World Europa, nuova ammiraglia a GNL

MSC World Europa sarà la prima nave alimentata a gas naturale liquefatto (GNL) della flotta di MSC Crociere e la […]


Leggi articolo precedente:
Gioia tauto
Gioia Tauro, attuazione agevolazioni DL Rilancio

GIOIA TAURO - Sono attive le procedure di richiesta per ottenere la riduzione dei canoni demaniali marittimi nei porti di...

Chiudi