Cruise & Ferries > Francesco Greggio è il nuovo CFO del Gruppo Moby

Francesco Greggio è il nuovo CFO del Gruppo Moby

MILANO- Francesco Greggio è il nuovo Chief Financial Officer del Gruppo Moby, una promozione dall’interno dal momento che Greggio è in MobyTirrenia sin dal 2012.
A fianco del top management di Moby da oltre cinque anni, ha giocato un ruolo strategico a supporto delle direzioni di amministrazione, finanza e controllo, partecipando e guidando i principali progetti economici e finanziari Gruppo.

Francesco Greggio ha ricoperto un ruolo di primissimo piano in molte operazioni del Gruppo: nel processo di privatizzazione Tirrenia (a seguito del quale Moby ne ha acquisito il controllo), così come nell’acquisizione di Toremar e non ultimo nel rifinanziamento dell’intero Gruppo avvenuto nel febbraio 2016. Ne ha altresì supportato la crescita accompagnando le società del Gruppo in molte operazioni strategiche anche in ambito terminal marittimi: acquisizione di LTM (terminal Livorno), costituzione di CPS (Catania) oltre alla partecipazione all’asta per l’acquisizione di Porto Livorno 2000, sviluppando così una lunga e approfondita conoscenza sia di settore che di Moby-Cin-Tirrenia. 
Greggio è attualmente membro del CdA di alcune controllate del Gruppo. Dal 2006 lavora per RQR & Partners, diventandone uno dei partner fin dal 2011 con focus specifico su operazioni di finanza straordinaria. Ha iniziato la carriera professionale come dottore commercialista e revisore dei conti, e collabora con l’Università di Pisa. Laureato in Economia e Commercio all’Università di Pisa con 110 e lode.
Achille Onorato, Amministratore Delegato di Moby S.p.A., commenta così: “Francesco Greggio negli ultimi cinque anni ha lavorato a fianco del CFO uscente in tutte le attività straordinarie e ordinarie. La sua nomina, una naturale promozione dall’interno, rappresenta la soluzione ideale e un prezioso contributo per garantire la continuità aziendale. Sono certo che Francesco [ndr. Greggio] porterà avanti il lavoro di espansione del Gruppo già avviato verso nuove sfide e nuovi mari”.

Post correlati

Le Compagnie Imprese Portuali al fianco di Assoporti: “Authority, nessuna infrazione”

ROMA – L’Associazione Nazionale Compagnia Imprese Portuali (ANCIP) interviene in merito alla procedura d’infrazione che la Commissione Europea ha emesso […]

I porti italiani silurati dalla concorrenza nord europea? Authority a confronto

Riunione dei presidenti dei porti italiani: Procedura d’infrazione avviata dalla Commissione Europea verso le Authority. Zeno D’Agostino, presidente di Assoporti, – “La risposta è solo […]

D’Agostino: “L’Europa più che madre, matrigna” /MED Ports

di Lucia Nappi In svolgimento a Livorno Med Ports, la conferenza internazionale dedicata all’impatto ed al ruolo dei porti del […]


Leggi articolo precedente:
Federagenti tiene a battesimo Confmare “casa comune” di porti e trasporto in Confcommercio

 Gian Enzo Duci primo coordinatore nazionale.  Focus su Venezia “mai città museo”, Gioia Tauro che rivendica uno status internazionale, Taranto...

Chiudi