Nautica: innovazione e tecnologia, accordo NAVIGO – RINA per l’assessment ESG

Balducci Bottos

NAVIGO, centro servizi per l’innovazione e lo sviluppo della nautica e RINA, multinazionale di certificazione attiva in più di 70 paesi, hanno siglato nella sede di NAVIGO a Viareggio – un importante accordo sugli ambiti di assessment ESG di supply chain.

L’abbreviazione ESG si riferisce a tre settori principali, precisamente Environmental (ambiente) Social (società e relazioni comunità) e Governance (gestione del Rischio & Compliance). Ogni area fa riferimento, dunque, a criteri come l’impegno ambientale, il rispetto dei valori aziendali e azioni accurate e trasparenti portati avanti nel loro complesso dalle imprese. L’obiettivo dell’accordo è quello di offrire alle aziende del comparto nautico la possibilità di una certificazione sulla materia con una mappatura dettagliata delle performance delle aziende oggetto della verifica sulla base di un set di indicatori definiti.

Hanno siglato l’accordo Katia Balducci, presidente NAVIGO  e Luigi Bottos, Head of ESG Certification Strategic Centre RINA.

“Questo accordo rappresenta un grande passo avanti nell’innovazione dell’impresa attraverso lo sviluppo tecnologicospiega Pietro Angelini, direttore generale di NAVIGO e membro del ‘Superyacht Green Technical Committee’ italiano di RINA -. Si tratta di consolidamento dei valori aziendali, di miglioramento della reputazione e delle prestazioni di una azienda, ma anche di essere pronti alle sfide del prossimo futuro. La stessa Unione Europea sta definendo un nuovo quadro giuridico per un’economia sostenibile per combattere il cambiamento climatico e raggiungere le ‘emissioni zero’ entro il 2050. Nelle imprese c’è maggiore consapevolezza rispetto alla sostenibilità e maggiore attenzione al miglioramento delle performance nel rispetto delle normative. Le certificazioni ESG sono crediti positivi per dimostrare, anche sul mercato e a potenziali investitori, la credibilità di una impresa anche sotto il profilo del rispetto dell’ambiente, della governance, oltre che sui rendimenti”.

LEGGI TUTTO
Salone Nautico di Genova al via la 59° edizione, dal 19 al 24 settembre

Il focus della valutazione è la verifica dell’efficace implementazione delle politiche, strategie, attività e procedure di un’organizzazione al fine di massimizzare il proprio contributo alle tematiche Ambientali (E), Sociali (S) e di Governance (G) correlate agli investimenti portati avanti. Un processo che prevede tre fasi di svolgimento del percorso di asseverazione della certificazione (definizione metodologia, valutazione ESG base e valutazione ESG approfondita) svolte attraverso verifiche a campione sulle evidenze fornite, interviste ai referenti di processo e la disponibilità di una piattaforma digitalizzata dove tutte le attività tecniche saranno gestite in tempo reale. I vantaggi per le aziende potranno essere molteplici come la possibilità di valorizzare un percorso di sostenibilità, di semplificare i processi, di ridurre i budget e al contempo liberare risorse e aumentare l’efficienza del personale.

“Crediamo fortemente nel valore della collaborazione con NAVIGO, che consentirà alle imprese del comparto nautico di dimostrare il loro impegno nell’integrazione dei principi ESG all’interno delle loro attività – afferma Nicola Battuello, executive vice president Certification di RINA –. Ora più che mai, per le organizzazioni è fondamentale misurare gli impatti sulla comunità delle loro decisioni in ambito ESG così da poter promuovere i loro punti di forza creando un valore condiviso con tutti gli stakeholder e innescando un processo di miglioramento continuo”.

Nella foto da destra (per NAVIGO Katia Balducci presidente e Pietro Angelini direttore generale per RINA Luigi Bottos, head of ESG Certification Strategic Centre di RINA e Giorgio Gallo, head of Italy & South of France Yachting Centre)

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC