lorenziniterminal
grimaldi
Environment - Sustainability > RINA, al via il Tavolo nazionale per la decarbonizzazione navale – d’Amico: “Una sfida che non si vince da soli”

RINA, al via il Tavolo nazionale per la decarbonizzazione navale - d'Amico: "Una sfida che non si vince da soli"

Decarbonizzazione settore marittimo - Il RINA costituisce il Comitato italiano per il dialogo tra armatori, cantieri, progettisti e produttori di componentistica - L'obiettivo sarà di identificare opportunità immediate e potenziali in ambito tecnologico, normativo e finanziario.

Genova – Inaugurato il Comitato Italiano per la Decarbonizzazione del settore marittimo-navale del RINA, la società di Classificazione navale. La finalità del nuovo comitato è il confronto di idee, lo studio e la promozione di nuovi metodi per raggiungere i target stabiliti dalle Nazioni Unite per l’industria dello shipping con l’IMO 2050, finalizzata alla decarbonizzazione del settore e del quale faranno parte i principali stakeholder.

Il dialogo tra armatori, cantieri, progettisti e produttori di componentistica avrà l’obiettivo di identificare opportunità immediate e potenziali in ambito tecnologico, normativo e finanziario.

Il Comitato Italiano non è un unicum nel più ampio programma di decarbonizzazione che il RINA sta portando avanti. L’azienda ha, infatti, già avviato nel corso del 2021 Comitati in Grecia, Nord Europa e Asia.

Salvatore d’Amico, fleet director del Gruppo d’Amico e presidente del Comitato, ha dichiarato: “Abbiamo l'opportunità di creare un nuovo paradigma grazie a soluzioni immediatamente applicabili che potrebbero accelerare il processo di decarbonizzazione. Non è possibile vincere questa sfida da soli e la cooperazione è indispensabile affinché il settore ne possa beneficiare per intero.”

I membri si incontreranno periodicamente. Saranno, inoltre, organizzati incontri più ampi con la partecipazione di membri dei Comitati del RINA per la decarbonizzazione in altri paesi al fine di massimizzare la partecipazione multisettoriale e multicompetenza.

All’interno del Comitato sono già stati creati dei gruppi di lavoro con focus differenti: Fuel EU Maritime & ETS (Emission Trading System), presieduto da Andrea Cosulich, Presidente Onorario Fratelli Cosulich LNG Activities; IMO EEXI, CII & Operational Profiles, guidato da Vincenzo Romeo, AD Nova Marine Carriers; Sustainable Finance and Fundings, presieduto da Marco Fiori, AD Premuda. A breve, inoltre, verrà costituito un team Hydrogen and Ammonia.

RINA fornisce un’ampia gamma di servizi nei settori Energia, Marine, Certificazione, Real Estate e Infrastrutture, Mobilità e Industry. Con ricavi netti al 2020 pari a 495 milioni di euro, oltre 4.000 risorse e 200 uffici in 70 paesi nel mondo, RINA partecipa alle principali organizzazioni internazionali, contribuendo da sempre allo sviluppo di nuovi

Post correlati

F2i con Crédit Agricole investe negli impianti eolici spagnoli del Gruppo Villar Mir

Milano – F2i, primo fondo infrastrutturale nazionale, attraverso il Fondo V -Fondo per le Infrastrutture Sostenibili – in partnership con […]

Il gruppo Grimaldi prende in consegna la nave ro-ro Eco Adriatica

L’undicesima nave ibrida della classe Grimaldi Green 5th Generation (GG5G) Eco Adriatica è stata consegnata al gruppo Grimaldi.  Si tratta, […]

I terminal italiani del Gruppo PSA presentano il primo Report di sostenibilità congiunto

GENOVA – E’ stato presentato il primo Report di Sostenibilità unificato dei terminal italiani del gruppo PSA: PSA Genova Pra’ […]


Leggi articolo precedente:
TIR
L’autotrasporto chiede al governo regole per riequilibrare le condizioni di mercato

Dopo aver visto concretizzarsi nel DL Energia gli impegni assunti dalla viceministra Bellanova con le misure economiche (84 milioni di...

Chiudi