Venezia / AdSP e Guardia di Finanza siglano accordo per monitorare i flussi finanziari del PNRR

AdSP Venezia

VENEZIA – PNRR – è stato siglato un protocollo d’intesa tra l‘Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale e il Comando Provinciale della Guardia di Finanza per garantire trasparenza e correttezza nell’utilizzo dei fondi legati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. hanno sottoscritto l’accordo il presidente dell’Autorità di sistema Fulvio Lino Di Blasio e il  comandante provinciale della Guardia di Finanza, generale di brigata Giovanni Salerno.

“L’intesa siglata oggi espande e rafforza una collaborazione già esistente e particolarmente proficua tra l’Autorità e il Comando della Guardia di Finanza” ‒ dichiara Di Blasio. “Il PNRR rappresenta un’occasione unica di rilancio dell’economia portuale e di efficientamento ma è necessario che i flussi finanziari siano monitorati con attenzione, a tutela dei contribuenti e della grandissima maggioranza delle aziende che costituisce la parte sana e vitale del nostro tessuto produttivo”.

L’accordo, pertanto, va a rafforzare l’efficacia delle azioni di prevenzione e contrasto rispetto alle violazioni in danno degli interessi economico-finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali connesse alle misure di sostegno e ai finanziamenti del PNRR, con particolare riguardo ai casi di frodi, corruzione, conflitti di interesse e duplicazione delle erogazioni.

In concreto, sulla base di autonome valutazioni del rischio frode, gli Enti comunicheranno al Comando Provinciale informazioni e notizie circostanziate, ritenute rilevanti per la repressione di irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria di cui siano venuti a conoscenza quali soggetti destinatari finali/beneficiari/attuatori dei vari progetti ammessi ai finanziamenti e segnaleranno situazioni di rischio potenziale connessi agli interventi da eseguire nonché ai loro realizzatori o esecutori.

La Guardia di Finanza, per quanto di propria competenza, nell’ambito delle attività finalizzate al corretto impiego dei fondi pubblici, avvierà mirati approfondimenti valutando gli elementi comunicati e svolgendo capillari controlli tesi a verificare il corretto utilizzo dei fondi erogati da parte dei soggetti attuatori.

Il protocollo, inoltre, costituirà allegato obbligatorio delle Convenzioni ovvero delle altre forme di accordo istituzionale, da sottoscriversi con gli enti attuatori dei progetti finanziati nell’ambito del PNRR per i quali l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale risulta essere ente beneficiario.

Per il Comandante provinciale della Guardia di finanza, Gen. B. Giovanni Salerno “la stipula dell’odierno protocollo sottolinea la fondamentale importanza che le sinergie tra Istituzioni, soprattutto a livello locale, possono assumere poiché, proprio attraverso l’attuazione di una pronta ed efficace rete di relazioni operative, sarà possibile acquisire tempestivamente qualificati elementi sintomatici del rischio di frode, in tal modo agevolando l’azione della Guardia di finanza a presidio della legalità e della tutela della spesa pubblica nazionale.

La durata del protocollo è prevista fino al completamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2026.

LEGGI TUTTO
Il Container Port Throughput di Drewry continua la discesa a febbraio (- 0,7%)

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC