Sospeso lo stato di agitazione nel porto di Livorno – Authority e sindacati siglano l’accordo

Guerrieri sindacati

Accordo tra sindacati e Autorità di Sistema Portuale –  In corso una discussione sulla riorganizzazione di ALP: risanamento finanziario della Società ai fini della continuità delle attività di impresa e definizione del dimensionamento dell’organico.

LIVORNO – I vertici dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e i sindacati hanno raggiunto un accordo che ha portato alla sospensione dello stato di agitazione nel porto di Livorno.  Lo si legge nella nota inviata dall’AdSP, pubblichiamo di seguito il Verbale dell’accordo sottoscritto dal presidente dell’Autorità di Sistema Portuale ed i rappresebtanti delle organizzazioni sindacali.

VERBALE ACCORDO:

«Oggi l’Autorità di Sistema Portuale e le Organizzazioni sindacali si sono incontrate nella sede di Palazzo Rosciano, così come previsto a seguito dei precedenti incontri.

Il presidente dell’AdSP, Luciano Guerrieri, ha fatto il punto della situazione illustrando tra l’altro i contenuti della riunione tenutasi nei giorni scorsi con le associazioni datoriali, a margine della quale si è ritenuto di dover condividere una iniziativa di facilitazione in direzione della evisione delle relazioni tariffarie esistenti tra le imprese operanti nel porto di Livorno.

All’AdSP risulta che questo importante processo sia stato attivato ed in tal senso l’Ente ha assicurato di voler seguire l’andamento del confronto tra le parti, intervenendo laddove necessario per facilitare il conseguimento di un risultato positivo, in collaborazione con le stesse associazioni datoriali. Viene altresì dato atto che è anche in corso una discussione inerente la riorganizzazione di ALP. L’ultima Assemblea dei soci non ha dato luogo ad un indirizzo definitivo ma a breve sarà convocata una ulteriore assemblea nella quale verranno affrontati almeno due temi rilevanti: il risanamento finanziario della Società ai fini della continuità delle attività di impresa e la definizione di un opportuno dimensionamento dell’organico.

Il presidente Guerrieri ha infine comunicato l’esito positivo di una verifica presso le imprese portuali finalizzata alla riduzione del numero dei lavoratori precari di Intempo, raccogliendo dalle imprese stesse la disponibilità ad assumere cinque lavoratori della Società e promuovendo la prosecuzione di un processo di stabilizzazione, in linea con gli incontri precedenti, che abbia come traguardo quello di esiti più favorevoli grazie anche ad ulteriori confronti, da svilupparsi in un clima di distensione del comparto portuale, anche in coerenza con gli accordi precedentemente sottoscritti sull’argomento tra l’AdSP e i sindacati.

A seguito dell’approfondito e prolungato confronto che si è sviluppato, i sindacati hanno espresso soddisfazione sul percorso avviato dall’AdSP.

Nel corso dell’incontro si è convenuto sui punti seguenti:

– Le parti si danno atto della necessità di riavviare una fase di confronto con le organizzazioni datoriali funzionale alla riorganizzazione complessiva del lavoro in porto, anche allo scopo di conseguire il consolidamento e il potenziamento dei livelli occupazionali esistenti;

– l’impegno dell’AdSP a dare definitiva soluzione positiva alle situazioni di precariato di Intempo, rappresentando all’assembla dei soci di ALP la necessità di una prosecuzione del rapporto contrattuale oggi esistente con la Società, in coerenza con il quadro delle stabilizzazioni previste;

– l’impegno dell’AdSP a proseguire, con la massima attenzione, nell’applicazione del provvedimento n.22 del 2022, in materia di vigilanza del lavoro in porto, incluso il corretto inquadramento contrattuale in relazione ai livelli declinati dal CCNL;

– l’AdSP, parimenti, prosegue la verifica, anche sotto il profilo giuridico, delle attività svolte in porto dai consorzi;

– si è altresì convenuto sulla necessità di attuare tutte le valutazioni necessarie ai fini della elaborazione di un tempestivo Piano di Intervento finalizzato alla formazione, riqualificazione, ricollocazione dei lavoratori dell’art.17 e, più in generale, di tutti i lavoratori delle imprese degli art. 16 e 18.

Le parti concordano sul proseguire le prossima fase di confronto in data 8 Novembre 2022, a partire dalle ore 10,00. Alla luce di quanto sopra, le rappresentanze sindacali dichiarano la sospensione dello stato di agitazione in porto, avviando al contempo, presso le singole imprese portuali, azioni funzionali alla contrattazione aziendale.

 

LEGGI TUTTO
Piombino, Partiti anche gli ultimi cassoni della Concordia- Rotta su Spezia-porto Lotti (FOTO)

TDT

Blue Forum 2024

Assoporti 50anni

PSA Italy

MSC Spadoni

Confitarma auguri

AdSP Livorno

Toremar

MSC