lorenziniterminal
grimaldi
Ports > Recovery Plan, il MIMS stanzia 120 milioni per il porto di Civitavecchia

Spadoni

Recovery Plan, il MIMS stanzia 120 milioni per il porto di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA - Il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile ha stanziato per il porto di Civitavecchia, in attesa dei passaggi ulteriori per la effettiva concretizzazione dei finanziamenti, nell'ambito del Recovery Plan, 120 milioni di euro dal Fondo complementare al PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Nel Fondo sono stanziate risorse che verranno utilizzate dall'AdSP per la crescita sostenibile del network dei Porti di Roma e del Lazio, nel rispetto dei criteri di rilevanza, efficienza, efficacia, impatto e sostenibilità definiti dall'Unione Europea nel Piano Next Generation EU. In particolare le risorse sono suddivise tra i seguenti progetti:
- 10,10 milioni per il ponte di collegamento con l'antemurale;
- 26,65 milioni per il II lotto di prolungamento della banchina 13 dell'antemurale;
- 43,25 milioni per l'apertura della bocca a sud dello scalo, con il nuovo accesso al bacino storico;
- 40 milioni di euro per il cold ironing, - elettrificazione di alcune banchine del porto di Civitavecchia per alimentare le navi in sosta, permettendo di spegnere i motori.

Il presidente dell'AdSP dei Porti di Roma, Pino Musolino ha commentato:  "Si tratta di un risultato comunque positivo che, insieme ai 69 milioni di euro già ottenuti per l'ultimo miglio ferroviario, ci consentirà di avere le risorse necessarie per effettuare una vera e propria trasformazione del porto, che inciderà profondamente e positivamente anche sulla città e il territorio circostante. Con questi interventi andremo infatti a gettare le basi per programmare quello che potranno diventare Civitavecchia ed il territorio nel futuro, sia per quanto concerne i flussi turistici che per l'organizzazione della logistica a supporto dei nuovi traffici portuali. Il tutto in un disegno complessivo di crescita e sviluppo sostenibile del porto, e più in generale di tutta l'area che gravita attorno a Civitavecchia e all'alto Lazio".

Post correlati

Marina di Carrara, siglato l’accordo porto-Confindustria

MARINA DI CARRARA – Siglato stamani un accordo per sostenere il porto di Marina di Carrara attraverso un’alleanza porto-industria che […]

Federico Barbera confermato alla guida di FISE Uniport – Ingresso di nuovi terminalisti

Barbera alla guida dell’Unione Nazionale Imprese Portuali UNIPORT nei prossimi anni. L’ingresso di grandi Terminal Portuali nell’Associazione nei settori Contenitori […]

Strade separate per i terminalisti portuali – Becce (Assiterminal) guarda a una Federazione generale

ROMA – Si è riunita l’Assemblea di Assiterminal, associazione delle imprese terminalistiche nazionali, durante la quale è stata riconfermata la […]


Leggi articolo precedente:
Traffic Yantia
La crisi dei porti cinesi gonfia i noli di 1495 dollari in un solo giorno sulla rotta Asia-US East Cost

«Ieri  il tasso dei noli è salito rapidamente a 8964 dollari a container (FFE), con un aumento di 1495 dollari...

Chiudi